Pagine

Votaci!

classifica

giovedì 20 settembre 2012

Carbonada - Valle d'Aosta

Image and video hosting by TinyPic


Questo piatto tipico valligiano di estrema semplicità ha una particolare nota robusta datagli dal ragù messo a macerare la sera prima e insaporito da molta cipolla tritata e da una bella dose generosa di vino rosso di qualità.
Il suo nome che richiama alla mente il carbone lo deve proprio al suo intingolo che visivamente si presenta di una tonalità molto vicino al nero.
In questa ricetta, avrete sia un primo che un secondo piatto; con il suo sughetto condirete gli spaghetti e la carne potrete accompagnarla con una buona polenta!

Ingredienti per 4 persone

Spaghetti 350 g
Polpa di manzo 300 g
Burro 200 g
Vino rosso secco 4 bicchieri
Rosmarino 3 rametti
Alloro, foglie 3
Cipolla bianca 1
Sedano, gambo 1
Farina OO 1 cucchiaino
Pepe q.b.
Sale q.b.



Come si prepara
Il giorno prima dell'esecuzione della ricetta fate marinare la carne tagliata a pezzetti nel vino rosso. Aggiungetevi quindi la cipolla ed il sedano affettati, il rosmarino e l'alloro. Quindi coprite e lasciate in marinatura per tutta la notte.
Al mattino successivo togliere dalla marinata gli aromi e metterli in un tegame con metà del burro e fateli appassire per circa 15 minuti, quindi eliminateli lasciandovi solo il burro.
Fate quindi schiumare il resto del burro in una padella e fatevi saltare, per qualche minuto a fuoco vivace, le fettine di carne.

Insaporite le fettine con del sale e pepe e trasferitele nel tegame insieme al burro precedentemente aromatizzato. Spolverate leggermente con la farina, fatele rosolare per circa 10 m e, successivamente, aggiungete il vino caldo. Proseguite ulteriormente la cottura per 30 minuti e se necessario fate asciuguare la salsa a fuoco vivo.

Cuocete infine gli spaghetti in abbondante acqua salata e saltateli in padella con la salsa per qualche minuto.




Una stretta parente della Carbonada è la Carbonada Fiamminga. Si taglia a pezzi la carne e a fette sottili una cipolla. Si rosola la carne con il burro e quando sarà dorata si toglie il condimento e si mette in una casseruola a fuoco bassissimo. Nello stesso condimento si fa rosolare la cipolla cosparsa con un cucchiaino di zucchero e successivamente si trasferisce nella casseruola della carne.
Versare due cucchiai di aceto nella padella per far sciogliere le incrostazioni di grasso e zucchero, aggiungete il tutto alla carne e regolate di sale.
Unire un pizzico di timo, una foglia di alloro, un dl di birra chiara e due fette di pancarrè spalmato di senape di Digione. Far cuocere per un'ora abbondante.

Nessun commento: