Pagine

Votaci!

classifica

mercoledì 31 ottobre 2012

Tortino di cioccolato conmorbido cuore fondente

Image and video hosting by TinyPic



Ingredienti x 4 tortini ( a me però ne sono venuti 6, forse perchè ho montato molto le uova e lo zucchero ed il volume era pertanto notevole!!!)


Burro 80 gr
Cacao in polvereamaro 10 gr
Cioccolato fondente 150 gr
Farina 20 gr
Sale 1 pizzico
Uova2 + 1 tuorlo
Vanillina1 bustina
Zucchero al velo 90 gr


Per preparare i tortini al cioccolato fondente iniziate mettendo il cioccolato fondente tagliato grossolanamente a sciogliere in un pentolino a bagnomaria, poi aggiungete il burro tagliato a pezzetti
Potete effettuare questa operazione al microonde.
Nel frattempo ponete in una capiente ciotola le uova, la vanillina e lo zucchero e sbattetele con le fruste di uno sbattitore elettrico, fino a che il composto non diventi chiaro, gonfio e denso (circa 10 minuti).
Togliete dal fuoco il composto di cioccolato e burro e, sempre sbattendo, incorporatelo al composto di uova;
in ultimo unite la farina e il cacao setacciati.
Quando gli ingredienti saranno ben amalgamati, imburrate e ricoprite di cacao amaro in polvere gli stampini in alluminio, poi riempiteli per ¾ e infornateli nel forno già caldo a 180°; dopo 13-15 minuti (non uno di più) togliete i tortini dal forno, lasciateli leggermente intiepidire e poi capovolgeteli su di un piatto da portata, cospargeteli di zucchero al velo e serviteli ancora caldi.

Il segreto della buona riuscita di questi tortini sta nella cottura che, se troppo prolungata, annullerebbe l'effetto cuore fondente; visto che si tratta di pochi fondamentali minuti, provate a cuocerne prima uno solo per testare il calore del vostro forno e accertarvi della buona riuscita del tortino.

Potete servire questi deliziosi tortini di cioccolato accompagnandoli con del gelato alla crema o alla panna, oppure con dei ribes o lamponi e panna semimontata! L’impasto dei tortini al cioccolato, appena messo negli stampini, può essere congelato e tenuto in freezer per diverso tempo; i tortini congelati sono un’ottima soluzione quando capiteranno all’improvviso ospiti a cena! Basterà metterli in forno, et voilà… il dolce è servito!

Ciambella morbidissima

ciambellone5





Una ciambella tenera buonissima adatta alla colazione ma anche per semplice dessert leggera molto gradevole.

Ingredienti:

150 gr. burro morbido, a temperatura ambiente
300 " farina
300 " Zucchero
3 Uova
180 " latte
1 bustina lievito - pizzico di sale

Preparazione:

Mettere tutti gli ingredienti nel mixer senza seguire un ordine preciso, frullare per un minuto e poi versare l'impasto in uno stampo ad anello, imburrato ed infarinato.
Cuocere a 180° per circa 30 min. spolverizzare di zucchero a velo.

Ecco pronta una bella ciambellina.

Torta nera con nutella e mascarpone

Image and video hosting by TinyPic

INGREDIENTI (per una torta di 26cm. di diametro):
PER LA TORTA:

170 gr. di zucchero
220 gr. di farina
120 ml. di latte
50 gr. di cacao in polvere
1 cucchiaio di olio
1 bustina di lievito Pane degli Angeli

PER LA FARCITURA:
300 gr. di mascarpone
250 gr. di Nutella

PROCEDIMENTO:
versate nel mixer tutti gli ingredienti secchi ed iniziate a far girare a velocità media (;aggiungete il latte freddo ed il cucchiaio di olio ed aumentate la velocità di impasto.Dopo circa un paio di minuti spegnete e versate il composto in una teglia da torta (con cerniera è meglio).Lasciate riposare l'impasto 10-15 minuti, mentre il forno si scalda, e poi infornate a 210°. Una mezz'ora dovrebbe essere sufficiente, comunque fate la prova stecchino.Lasciate raffreddare completamente la torta (almeno un paio d'ore) e poi tagliatela a metà, ricavandone due dischi di almeno 2 centimetri di spessore; amalgamate con una frusta per un paio di minuti la Nutella ed il mascarpone e farciteci il disco inferiore.Ricoprite lo strato di farcia con il disco superiore della torta e....... ACCOMPAGNATE CON UNA BELLA CUCCHIAIATA DI PANNA MONTATA !Questa torta e' la preferita dei miei bambini.

Croccantino semifreddo

2n87pzc


CROCCANTINO SEMIFREDDO

Preparazione croccante :
2 hg, e 1/2 zucchero
2 hg. mandorle sbucciate

Fare sciogliere lo zucchero in una padella antiaderente quando lo zucchero si sara' imbiondito, aggiungere le mandorle, mescolare un po' con un manico di legno e farlo caramellare bene.
Versarlo sopra ad una carta da forno ben distesa e lasciare raffreddare.

Preparazione semifreddo

5 tuorli uovo
150 gr. zucchero
1 lt. panna fresca liquida naturalmente

Lavorare bene i tuorli con lo zucchero
Montare la panna fino a farla diventare abbastanza soda (attenzione a non montare troppo perche' potrebbe diventare burro)
Tritare nel mixer il croccante che ridurrete a piccolissimi pezzettini non polverizzare!! devono rimanere granelli piccolini ( circa come meno di meta' chicco di riso)
Unire alle uova montate, la panna, mescolando dolcemente ed infine untite l croccante finemente tritato sempre con dolcezza.
Foderate uno stampo da plumcacke con pellicola in modo da fasciare l'interni dello stampo...
Versate la panna e alla fine coprite con pellicola o carta stagnola ed mettere in freeeze.
Quando lo si vuole consumare prenderlo dal freezer 5 minuti prima e tirando la pellicola per staccarlo ponete la mattonella su di un piatto di portata.
A piacere, si possono far sciogliere dei blocci di cioccolato fondente con un po' di panna liquida o latte per rendere piu' cremoso e cosi' caldo se ne puo' versare qualche cucchiaio sulla fetta porzione...
Velocissimo buonissimo

Questo ve lo racomando soprattutto nei periodo di caldo e' ottimo e si prepara bene in pochissimo tempo e viene ben gradito da tutti.

Strudel di ciliegie

IMG_2752




Ingredienti:

500 gr.- ciliegie
30 gr.- pan grattato
4 savoiardi - oppure 2 ciambelline tenere-
70 gr. -zucchero
20 gr. -burro
1 tuorlo uovo
2 cucchiai zucchero a velo
1 confezione pasta sfoglia


Procedimento:
Snocciolare le ciliegie ,cuocerle con un po' di zucchero ed una nocciolina di burro in una wok o padella antiaderente per una 10na di minuti e poi sgocciolarle.
Sbriciolare savoiardi o... e mescolarli al pan grattato e lo zucchero.
Srotolare la pasta sfoglia ed assottigliarla con il mattarello.
Spennellare la pasta col burro fuso e poi porre il composto dei savoiardi ecc.
livellando bene e lasciando circa 3 o 4 cm. di vuoto per la chiusura dell strudel.
Mettere le ciliegie ,distribuendole bene sul composto gia' livellato .
Chiudere la pasta sfolglia arrotolando i due lembi piu' lunghi e chiudele i due lati piu' piccoli in modo da avvolgere bene il contenuto della sfoglia.
Spennellare con un rosso d'uovo la superfice dello strrudel e pungerlo coi rebbi di una forchetta.

Cuocere in forno per 45' a circa 180°-
Estratto dal forno infarinare con lo zucchero a velo.

IMG_2774

Torta alle noci

torta_alle_noci



Ingredienti:

200 gr di zucchero
150 gr di farina
300 gr di noci da sgusciare
100 gr di cioccolato fondente
100 gr di burro
3 uova
½ bicchiere di vinsanto
1 cucchiaio di lievito per dolci

Procedimento
Sciogliere a bagnomaria il burro e il cioccolato.Impastare i tuorli d'uovo con lo zucchero, poi aggiungere il burro e il cioccolato freddi, quindi le noci sgusciate e macinate, la farina, infine le chiare montate a neve ed il lievito.
Cuocere per 40 minuti a 180°.
Quando il dolce è freddo, bagnare la superficie con il vinsanto.

domenica 28 ottobre 2012

Cevapcici - Friulani

Image and video hosting by TinyPic



Ingredienti per 4 persone
carne di manzo tritata 200g
carne di maiale tritata 200g
farina di tipo 00 100g
cipolla 1
paprica dolce 1 cucchiaino
sale qb
pepe qb


Procedimento

1. Pulite e tritate finemente la cipolla. Mettetela in una terrina, unite le carni tritate, salate, pepate, aromatizzate con la paprica, mescolate e lavorate l’impasto con le mani per alcuni minuti.
2. Ricavate dall’impasto delle polpette cilindriche lunghe 8 cm circa e con un diametro di circa 2 cm.
3. Infarinatele leggermente e lasciatele riposare per almeno 2 ore.
4. Mettete a scaldare una griglia, sistematevi sopra le polpette e cuocete fino a quando saranno ben dorate.
5. Servitele calde accompagnando con salsa ajvar o altra salsa piccante.



Vino da abbinare
Schioppettino

Note / consigli
I cevapcici, nonostante il nome croato, sono polpettine di carne tritata giunte dalla Turchia, attraverso i Balcani, fino alle coste triestine, dove oggi sono diffusissime, soprattutto per le grigliate estive. Si accompagnano agli spiedini (rasnici) o alla salsa haivar, che si ottiene frullando 2 peperoni, 1 spicchio d’aglio, 1 piccola melanzana, erbe e spezie.

CaratteristicheTempo di preparazione 30 minuti
Portata secondi di carne ;
Origine Italia
Stagionalità primavera estate autunno inverno
Tipo di preparazione grigliare

I claps da la grava- Friuli

Image and video hosting by TinyPic



Ingredienti per 4 persone

Per l´impasto:

carne bovina (Pezzata rossa friulana) macinata 500 gr
Montasio 6 mesi 60 gr
pancetta 80 gr
noci tostate 50 gr
uva passa ammollati in poco vino bianco 50 gr
bacche di ginepro (del Tagliamento) 4
uova 2
pane raffermo ammollato nel latte qb
aglio 1 spicchio
prezzemolo 1 mazzetto
pangrattato qb


Nella teglia da forno:

cipolle 150 gr
carote 200 gr
olio d´oliva del Carso Friulano 1 bicchiere
vino bianco Friulano delle Grave DOC 1 bicchiere
verza 1


Per la salsa:

formadi Frant 150 gr
ricotta 80 gr
patate 150 gr
latte 100 cc
burro 50 gr


Per il contorno:

verza 800 gr


Procedimento
1. Macinare gli ingredienti principali ed unire le uova, aggiungere sale e pepe nella giusta quantità.
2. Utilizzare il pangrattato per dare una media densità all’impasto, dividerlo in 4 parti (porzioni di circa 200 grammi l'una).
3. Formare dei panetti di forma tonda od ovale leggermente schiacciati, creando sulla superficie di ognuno una fossetta per la salsa.
4. Mettere i “claps” in una teglia da forno con l’olio di oliva, un trito di cipolle carote tagliate a striscioline corte. Aggiustare di sale e pepe. A metà cottura bagnare con il vino. Il forno deve avere una temperatura di 200°C. Il tempo di cottura è di circa 40-50 minuti.
5. Per la SALSA:
Bollire le patate già sbucciate, a pezzettoni, in poca acqua per circa 20-25 minuti, quindi macinarle in una purea; tagliare il formaggio a scaglie e schiacciare la ricotta con la forchetta, quindi inserirli a freddo, assieme al latte, in un pentolino e mescolare continuamente per evitare grumi durante la cottura.
6. Aggiungere il burro e la purea di patate; aggiustare di sale e pepe. Bisogna ottenere una crema morbida.
7. Per il CONTORNO:
Lessare 800 gr di verza e saltarli in padella con burro e aglio.
8. PREPARAZIONE DEL PIATTO
Distendere sul piatto la foglia di verza (lessata in acqua salata per circa 2 minuti) e adagiarvi il “Clap di grava”. Versare la crema di formaggio e patate nella fossetta. Ornare con le verdure cotte al forno e la verza ''in tecja''. Abbellire con due gherigli di noce.


Vino da abbinare

Accompagnare con vino Refosco delle Grave DOC



Ricetta realizzata dall'assessore Lucchino Laurora con l'allievo Luca Gaetano Mancuso della classe 2A Cucina di Aviano.

Note / consigli

La Storia antica e recente della città di Spilimbergo è fortemente legata alla sua posizione geografica, sulla sponda destra del corso del medio Tagliamento. La “Grava”, con la sua connotazione di alveo sassoso del fiume, ha rappresentato e rappresenta tutt’oggi una componente fondamentale della vita sociale ed economica di tutte le popolazioni che vivono in prossimità di questo vasto bacino idrico. A Spilimbergo, in particolare, passava la via Regia che collegava le regioni centrali dell’Italia con Vienna e l’est europeo. Il Tagliamento bisognava passarlo con il traghetto e pagando un dazio ai nobili Signori della Città che fioriva di commercio, artigianato e offriva ospitalità a uomini d’ingegno e cultura. Le mura, le case e le grandi opere pubbliche come il Castello, il Duomo e i palazzi nobiliari venivano costruiti con il materiale più comune e facilmente reperibile nell’alveo del fiume : i claps (i sassi) che potevano essere utilizzati anche per fare la calce e per le pavimentazioni private e pubbliche. I ciotoli più colorati e di varie misure hanno creato e creano ancora oggi meravigliose opere in mosaico, con una tecnica antica, insegnata magistralmente nella Scuola Mosaicisti del Friuli. Il sasso della grava, materia umile e comune fa parte della nostra storia e della nostra cultura. A lui vogliamo dedicare questo piatto che nasce da una ricerca delle antiche ricette (anche quelle della nonna) e che mette assieme, con gusto e passione i prodotti della nostra terra, accompagnati dal Refosco dal peduncolo rosso, un vino delle grave dal sapore intenso e profumato.

Caratteristiche
Tempo di preparazione 90 minuti
Portata secondi di carne ;
Origine Italia
Stagionalità primavera estate autunno inverno
Tipo di preparazione Forno padella



Buffo che io non ne abbia mai sentito parlare!! Sembra davvero uno cosa spettacolare e non appena ho letto l'email in cui campeggiava questa ricetta mi sono affrettata a salvarmela ( per poi sicuramente provare a rifarla ) e a condividerla con voi!!
Se qualcuna si cimenterà nell'impresa prima di me, mi raccomando, fatemi sapere il risultato!!!

Tortino alle ortiche

Image and video hosting by TinyPic






Ingredienti per 4 persone
uova 4
ortica 100 gr di foglie
asparagi verdi 16
cipolla 20 gr
burro 50 gr
parmigiano grattugiato 50 gr
sale qb


Procedimento
1. Pulite gli asparagi raschiandoli delicatamente ed eliminando la parte legnosa del gambo; tagliateli a dadini conservando a parte le punte.
2. Tagliate la cipolla a fettine. Fate fondere 30 g di burro a pezzetti in una casseruola, aggiungete quindi la cipolla e 2 cucchiai di acqua calda. Quando la cipolla sarà appassita unite i dadini di asparagi e cucinate a fuoco lento per 10 minuti. Frullate i due terzi del composto ottenuto e conservate a pezzetti il rimanente.
3. Lavate le ortiche, scottatele in acqua bollente salata per 5 minuti, scolate e tritatele finemente. Sgusciate le uova in una ciotola, unite il formaggio grattugiato e sbattete gli ingredienti per 2 minuti con una forchetta o con una frusta a mano. Salate e unite le ortiche tritate.
4. In una padella antiaderente versate 2 mestolini di composto di uova e ortiche. Cuocete a fuoco vivace per 3 minuti, staccate i bordi della frittatina con una paletta, rivoltatela e cuocete per altri 3 minuti. Continuate così fino ad esaurire il composto.Con l’ausilio di uno stampino di metallo a bordi lisci tagliate le frittate a dischi di circa 8 cm di diametro.
5. Mettete il burro avanzato in una padella antiaderente, aggiungete le punte di asparago e rosolate per 3 minuti. In una pirofila sistemate 4 dischi di frittata. Distribuite su ognuno due cucchiaini di crema di asparagi, un cucchiaino di asparagi a pezzetti, coprite con un altro disco di frittata e continuate così fino a esaurire gli ingredienti. Distribuite sull’ultimo disco 4 punte di asparago al burro, una spolverata di grana e un fiocco di burro.
6. Gratinate i tortini in forno preriscaldato a 200° per 10 minuti. Adagiate i tortini sui piatti.



Vino da abbinare
Traminer

Note / consigli
L’ortica, la ben nota erba selvatica che in estate si trova in abbondanza nelle campagne e nei giardini trascurati, è una vera miniera di sostanze attive e sali minerali. Ricca di clorofilla, rinforza le difese dell’organismo e viene considerata uno dei migliori ricostituenti naturali.

Caratteristiche
Tempo di preparazione 90 minuti
Portata antipasti e piatti d'apertura ;
Origine Italia
Stagionalità primavera estate
Tipo di preparazione al forno in padella

Stufato di carne e verdura


 












 Ingredienti per 4 persone

Cavolo, cappuccio 1
Carote 3
Riso bollito q.b.
Carne di maiale 400 g
Cipolla 1
Aglio, spicchi 1
Maggiorana q.b.
Burro 25 g
Sale q.b.
Pepe q.b.


Come si prepara


Fate stufare il cavolo, quindi tagliatelo a striscioline, mentre taglierete a julienne le carote, in una padella con dell'acqua fredda, avendo cura di mescolare spesso.

A parte fate rosolare la cipolla affettata e l'aglio con il burro e la carne trita, salate, pepate e insaporite con la maggiorana.
Imburrate una teglia da forno e disponetevi le verdure e la carne. Fate cuocere per circa un'ora a 200°; servite con il riso bollito a parte.

Finto goulsch in versione vegetariana



Image and video hosting by TinyPic



Spellate 2 cipolle rosse, tagliatele prima a metà poi a fettine sottili e fatele stufare a fiamma bassa in una casseruola con 4 cucchia di olio
Aggiungete un pizzico di paprica dolce, 1 foglia di alloro, 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro sciolto in 2 mestoli di acqua bollente.
Mescolate e cuocete per 10 minuti.
Scolate 2 barattoli di legumi misti al naturale ( fagioli, ceci, lenticchie etc) sciacquateli bene e versateli nella casseruola con il sugo.
Abbassate la fiamma e cuocete per 20 minuti, mescolando spesso.
Regolate di sale, togliete l'alloro e servite con crostoni di pane integrale



Buon appetito!!!

Frittelle di patate bramborak - Cecoslovacchia

1zn7hms

Un contorno semplice ma graditissimo, specialmente dai bambini...provatelo!

Ingredienti

1 kg di patate
8 cucchiai di farina
2 uova
sale
150 cc di latte
4 spicchi d'aglio
pepe maggiorana
2 cucchiai di pangrattato
strutto per friggere


Come si prepara


Le patate, pelate e ben lavate, si grattugiano con una grattugia a buchi larghi, poi si pressano un poco affinchè perdano l'acqua inutile. Sulla massa quasi secca versiamo il latte caldissimo, aggiungiamo la farina, le uova, il sale, l'aglio passato, il pepe, la maggiorana e mescoliamo bene. Alla fine aggiungiamo il pangrattato.

Prepariamo una larga padella con lo strutto ben caldo e vi posiamo una cucchiaiata alla volta della miscela, avendo cura di allargarla con il dorso del cucchiaio fino a formare una frittella di forma tondeggiante. Si continua così, di seguito, facendo cuocere le frittelle da ambo le parti finché sono cotte e croccanti. Si servono calde.

Bistecche in salsa - Perù

Image and video hosting by TinyPic


Ingredienti

4 grosse bistecche di manzo

per la salsa
30 gr di ricotta fresca
3 uova
1 cipolla di media grossezza
2 cucchiai di panna da cucina
1 cucchiaino di chili
il succo di un limone
olio
sale


Come si prepara

Fate rassodare le uova e in seguito sbucciatele e mettetele da parte.
Preparate la salsa e aiutandovi con una forchetta ammorbidite la ricotta sino a ridurla in crema, aggiungetevi i tuorli delle uova sode, il cucchiaino i chili e un pò di sale e lavorate bene l'impasto in modo da renderlo omogeneo.
Mescolando accuratamente aggiungete 6/7 cucchiai di olio a filo come se doveste fare la maionese e unite poi la panna, la cipolla sbucciata e tritata finemente e il succo di limone.
Scaldate il composto senza farlo bollire e servitelo in una ciotola con le bistecche fatte cuocere alla griglia.

Brasato all'Arneis - Piemonte

oa7j88



Questo è un tipico piatto della cucina piemontese: c'è chi, fedele alla tradizione lo cucina con un Nebbiolo ma questo piatto resta un classico preparato con l'Arneis.


Ingredienti

Un chilo di spalla di manzo
50 gr di burro
3 cucchiai di olio evo
sale, pepe

Per la marinatura

2 bottiglie di vino Arneis
una cipolla,
una costa di sedano
una carota
3 chiodi di garofano
un pezzo di cannella
2 foglie di alloro
un rametto di rosmarino


Come si prepara

La carne, va fatta marinare 12 ore in una soluzione ottenuta dalle due bottiglie di vino bianco Arneis e dalle verdure ridotte a tocchetti con gli odori e i sapori.
Dopo che ha passato le due 12 ore circa, (o tutta la notte) togliete dal vino la carne, asciugatela e fatela rosolare a fuoco vivace in 30 grammi di burro e tre cucchiai di olio: appena ha preso colore, aggiungete le verdure che avrete recuperato dalla marinata e continuate la cottura fino a completa rosolatura.
A questo punto moderate la fiamma, salate e pepate e unite il vino della marinata, e continuate la cottura a tegame quasi sempre coperto per tre ore.
Controllate di tanto in tanto che il brodo si restringa, facilitando questa operazione scoperchiando la pentola.
Terminata la cottura, togliete la carne tenendola al caldo; omogeneizzate al passaverdure il sugo e restringetelo a fuoco vivo nello stesso tegame di cottura, legando con il burro rimasto.
Tagliate il brasato a fettine e cospargetevolo di sugo caldo servendo immediata

Goulasch con patate ed erbette

Image and video hosting by TinyPic


Non molto tempo fa sono andata a cena da una mia amica ( io e mio marito eravamo i primi ospiti in una nuova casa e quindi in una cucina tutta da inaugurare!!!!), ci ha fatto trovare un bel piattone fumante di questa squisitezza!!!
Vi devo ammettere che solitamente non è un piatto che mi fa impazzire perchè spesso non è facile cuocere la carne al punto giusto col risultato di ritrovarsela poi troppo fibrosa anzichè morbida...invece....che bontà, si scioglieva in bocca!!!!
Mi ha passato la ricetta che ha usato e io da buona amica ve la rigiro in attesa di provare a farla io!!!
Vi posso assicurare però che a lei era venuta in modo ottimale ma mi raccomando non affrettate i tempi perchè ci vuole molto tempo per la cottura e va rispettato tutto!!!!


Questa è la ricetta che il mio palato ha avuto il piacere di assaggiare:

Ingredienti per 4 persone:

- 800 gr di polpa di manzo ( cappello di prete )
- 40 gr di burro
- 4 patate ( meglio se a pasta gialla )+ brodo
- 1 spicchio di aglio
- 1/2 cucchiaino di semi di cumino
- farina bianca
- 2 grosse cipolle
- 1 foglia di alloro
- erba cipollina
- sale

470 cal/ porzione


1 Preparate la carne
Tagliate la polpa di manzo a dadi di circa 3-4 cm di lato, passateli in un velo di farina e scuoteteli per bene per eliminare quella in eccesso. Fate sciogliere il burro in una padella antiaderente a bordi alti, unite le cipolle spellate e tritatee, dopo 2 minuti, i semi di cumino leggermente pestati.

2 Rosolate il manzo
Mettete la carne nel condimento e giratela, in modo che prenda colore. Unite l'aglio spellato e schiacciato, l'alloro lavato, la paprica e un mestolo di brodocaldo. Salate e lasciate cuocere con il coperchio per 3 ore, unendo altro brodo caldo, se necessario.

3 Cuocete le patate
Lavate le patate, mettetele in una casseruola con la buccia, copritele di acqua fredda e lessatele per mezz'ora circa o finchè saranno tenere.

4 Completate
Scolate le patate e, mentre sono ancora calde, sbucciatele, tagliatele a fette in senso orizzontale e insaporitele con l'erba cipollina tagliuzzata. Togliete il coperchio al goulasch, fate restringere un pò il sugo, disponetelo su un piatto con le patate lessate e servite.


Una curiosità:
La paprica in ungherese significa "peperone dolce"; infatti la paprica altro non è che una varietà di peperone essiccato e ridotto in polvere. La paprica dolce più pregiata è quella detta " rosa", particolarmente adatta per il goulasch. In commercio trovate anche la paprica piccante o speciale, dal gusto molto marcato. Prima di usarla è bene assaggiarla per dosarla a secondo del proprio gusto personale.

Liquore di china



Vi posto la ricetta per ottenere un ottimo liquore di china fatto in casa. Tenete conto che potrete ottenere una diversa gradazione alcolica in base alla dose di acqua che aggiungerete e un sapore più o meno dolce in base alla quantità di zucchero usata. Utilizzate sempre recipienti in vetro, o eventualmente in acciaio ma mai in alluminio. 
Abbiate sempre cura di filtrare bene il prodotto ottenuto, che si deve presentare ben limpido e prima di consumarlo lasciatelo riposare almeno un mesetto.
Se di più, ancora meglio!
Ed ora...la ricetta!!!!

Ingredienti:

gr.100 di corteccia di china,
la buccia di 2 arance (togliere accuratamente la parte bianca), 
gr.600 d'acqua, 
gr.400 di alcol a 95°, 
gr.500 di zucchero, 
1 chiodo di garofano.


In un mortaio, mettere la corteccia di china e le bucce d'arancio ridotte in poltiglia e mettete il tutto a macerare nell'alcool per una quindicina di giorni, con 1 chiodo di garofano, in un recipiente che terrete ben chiuso. 

Passati i quindici giorni filtrate, aggiungete la soluzione d'acqua e zucchero che avrete mescolato in un altro recipiente, lasciare riposare per qualche giorno e se necessario filtrate ancora se notate che il liquore non sia ben limpido.

Estate tutto l'anno dentro ad un barattolo


consmarm1



I mesi estivi sono quelli in cui l'orto e il frutteto ci regalano i loro frutti più buoni e gustosi. Con le giuste tecniche di conservazione possiamo imprigionare questi sapori meravigliosi per tutto l'anno.

Innanzitutto abbiamo bisogno dei 'ferri del mestierie' ovvero:

- una pentola ampia, di buona capacità

- un cucchiaio di legno

- un mestolo

- vasetti puliti con relativo coperchio

- coperchi di carta con elastico

- dischi di cera

- etichette


Non dimenticate inoltre, di dotarsi di un pentolone d'acciaio inossidabile, di una schiumarola e, per le gelatine, di un'apposita tasca.

Passando agli ingredienti, la cosa importante è di scegliere sempre prodotti di buona qualità e in ottimo stato.
La frutta non dovete acquistarla troppo matura perchè quella ancora soda contiene maggiori quantità di pectina e le marmellate che confezionerete si addenseranno meglio.

Nella scelta del tipo di conservazione sappiate che dipende molto da ciò che avete per le mani: gli ortaggi sono ottimi nelle preparazioni sott'olio e sott'aceto ma si possono anche trasformare in passate o mettere in salamoia.

La frutta oltre che per marmellate e confetture e gelatine, si sfrutta benissimo anche sciroppata o messa sotto spirito.

Piatto-pronto-pesche-cucchiaio-piatti-barattoli_dettaglio_ricette_slider_grande3


I VASETTI


Prima di riempire i barattoli con le vostre preparazioni, dovete aver adeguatamente preparato i vasetti.
Lavateli accuratamente con acqua bollente saponata o in lavastoviglie, poi mettete i contenitori su una teglia e infornateli ad una temperatura di 110°.
In alternativa, potete coprirli di acqua calda dentro un pentolone, mettere il coperchio e farli sobbollire per 15 minuti.
Spegnete il fuoco e lasciate i vasetti immersi nell'acqua fino al momento in cui dovrete usarli.
Per asciugarli disponeteli a testa in giù su un canovaccio pulito e per sterilizzare i coperchi dovete farli bollire per 5 minuti (se ci sono delle indicazioni diverse riportate sul barattolo, seguite quelle).
In alternativa potete usare i dischi di cera.



I CONSERVANTI NATURALI


I conservanti naturali che si utilizzano per le nostre conserve e confetture, sono sale, olio, aceto, zucchero e alcol, in diversa misura a seconda di cosa si va a preparare.
Gli ortaggi sott'olio non hanno bisogno di essere sterilizzati a condizione che le verdure siano ben asciutte e immerse completamente nel liquido.
Inoltre fate attenzione che non ci siano bolle d'aria all'interno dei barattoli: per evitare il loro formarsi batteteli su un piano da lavoro e/o fate passare la lama di un coltello tra le pareti del vasetto e il suo contenuto.

L'aceto è un conservante eccezionale e non necessita di sterilizzazione; l'unico problema che potrebbe capitare è che il cibo all'interno diventi troppo molle o troppo acido.

L'alcol per gli alimenti e i distillati sono perfetti per conservare la frutta al pari dello sciroppo di acqua e zucchero che però ha una conservabilità minore rispetto all'alcol, o del solo zucchero che è indispensabile nelle cotture per la preparazione delle confetture.


Piatto-pronto-pere-albicocca-barattoli-tovagliolo-giallo_dettaglio_ricette_slider_grande3

Susine allo sciroppo







Ingredienti

1 Kg di susine rosse sode e mature
500 gr di zucchero
anice stellato
un limone

Preparazione

Lavate bene i barattoli e fateli sterilizzare dentro un pentolone, portandoli ad ebollizione e lasciandoli bollire per 10 minuti.
Scolateli e lasciateli asciugare perfettamente.

Lavate e asciugate le susine, tagliatele a metà e togliete il nocciolo. Preparate poi lo sciroppo mettendo sul fuoco lo zucchero con 400 ml di acqua, fate sciogliere mescolando e, prima che si alzi il bollore, aggiungetevi le prugne. Alzate la fiamma e fate sobbollire qualche minuto.

Versate le susine con lo sciroppo ancora caldo nei vasi sterilizzati e caldi posati su un cannovaccio inumidito. Unite alcuni fiori di anice stellato in ciascun vaso quindi fate raffreddare a temperatura ambiente. Quando il tutto sarà freddo chiudete ermeticamente i barattoli e immergeteli in un pentolone con abbondante acqua. Mettete sul fuoco, portate a bollore e fate sterilizzare per 15 minuti.
Fate raffreddare l'acqua e scolate i v

China pomme

Image and video hosting by TinyPic


Mettete in un mixer 2 parti di sidro o di succo di mela e unitevi una parte di china*** e una parte di acqua minerale gelata. Mescolate con l'apposito
cucchiaino lungo e versate quindi nei bicchieri alti da long drink contenenti ciascuno 2 cubetti di ghiaccio.


La china è un liquore a base di corteccia di china, uno dei più famosi, di cui si faceva molta pubblicità diversi anni fa era la China Martini.
Per realizzare questo drink potete benissimo usare un liquore di china che trovate in commercio. Ma se volete farvelo da sole in casa seguite la ricetta che trovate nel nostro blog!

Marmellata di lamponi

lamponi



Ingredienti per 600 gr

2 Kg di lamponi,
un limone,
500 ml di acqua,
zucchero semolato


Preparazione

Pulite delicatamente i lamponi e metteteli in una grande pentola da conserva insieme al succo filtrato del limone e l'acqua e portate lentamente ad ebollizione a fiamma bassa.
Coprite parzialmente con un coperchio e fate sobbollire per 10-15 minuti fino a quando la frutta si ammorbidisce.

Trasferite il tutto in una tasca da gelatina oppure in una mussola appesa sopra una grande ciotola e lascite sgocciolare per tutta la notte.

Pesate il liquido ottenuto e calcolate 450 gr di zucchero per ogni 600 ml di succo.

Mescolate il succo allo zucchero e fate sobbollire il tutto a fuoco basso mescolando continuamente. Quando lo zucchero si è sciolto alzate la fiamma e fate bollire per 5-10 minuti fino ad ottenere la consistenza voluta.

Togliete dal fuoco, scremate e versate nei vasetti.

Chiudete e sterilizzate.

Red kiss


Image and video hosting by TinyPic



Vi voglio dare una piccola ricetta per festeggiare un'incontro romantico...poi fatemi sapere se vi è piaciuto!
Mettete 3 cubetti di ghiaccio spezzettato in un mixing glass, unitevi una parte di vermouth dry, mezza di gin e mezza di cherry brandy e mescolate.
Filtrate in una coppetta Martini raffreddata e decorate con una ciliegina sciroppata.

Prugne sotto spirito

piatto-pronto-vaso-susine-sfondo-azzurro_dettaglio_ricette_slider_grande3



Ingredienti per 1 Kg

1 Kg di prugne non troppo mature
250 gr di zucchero
600/700 ml di vodka

Preparazione

Lavate le prugne sotto l'acqua corrente quindi asciugatele con un cannovaccio e punzecchiatele in 3-4 punti con un grosso ago.
Portate a bollore mezzo litro di acqua, unite lo zucchero e lasciate sobbollire per 5 minuti, mescolando di tanto in tanto, finchè lo zucchero si sarà sciolto del tutto.
A questo punto, tuffatevi le prugne e fatele cuocere per 3-4 minuti. Trascorso il tempo indicato sgocciolate le prugne, una alla volta, dallo sciroppo e sistematele man mano dentro due grossi barattoli da 500 ml l'uno.

Lasciatele raffreddare completamente (occorreranno circa 4 ore).

Quando le prugne saranno fredde versate la vodka nei vasi fino a coprire completamente la frutta, sigillate con il tappo e applicate l'etichetta con la data di preparazione. Lasciate riposare almeno un mese in luogo fresco e buio.

venerdì 26 ottobre 2012

Torta di riso - Emilia



Questa torta viene chiamata anche "Torta degli addobbi" perchè già dalla fine del 1800 veniva preparata in occasione delle feste parrocchiali, feste chiamate appunto "addobbi


Torta di riso

Ingredienti:

-1 litro di latte
-100 grammi di riso a grana piccola
-50 grammi di zucchero vanigliato
-250 grammi di zucchero
-150 grammi di mandorle tritate
-150 grammi di cedro candito tritato
-150 grammi di amaretti tritati finemente
-6 uova fresche
-burro e zucchero per la teglia
-liquore di mandorla amara


Preparazione:

Mettete il riso a bollire nel latte per circa 15 minuti. A fuoco spento, aggiungete i due tipi di zucchero e mescolate bene per farlo sciogliere.
A parte, mischiate le uova con le mandorle, il cedro e gli amaretti. Unite tutto al riso dolce gia' raffreddato, mescolate bene e mettete l'impasto in una teglia di circa 30 centimetri per 20, imburrata e zuccherata. Cuocete in forno a 180 gradi per 60-75 minuti.
Levate la teglia e, a caldo, spruzzate abbondantemente la torta col liquore. Quando sara' fredda tagliatela a piccoli rombi su ognuno dei quali va infilato uno stuzzicadenti.

Erbazzone


erbazzone



Ingredienti per 4 persone

Foglie di biete 1,500 Kg.
Farina 450 g.
Pancetta 200 g.
Parmigiano grattugiato 100 g.
Strutto 70 g.
Cipollotti n° 7
Aglio q.b.
Olio E.V. d'oliva q.b.
Prezzemolo q.b.
Sale e pepe q.b.


Preparazione



Lessare le foglie di biete in poca acqua salata dopo averle ben lavate. Scolarle, farle raffreddare, strizzarle e tagliuzzarle. A parte, tritare la pancetta, due spicchi d'aglio, una manciata di prezzemolo e i cipollotti. Porre tutto in una padella con poco olio e far soffriggere delicatamente.

Togliere la padella dal fuoco ed unire le biete, il parmigiano, sale e pepe. Amalgamare bene gli ingredienti. Versare nella spianatoia 400 g. di farina, un pizzico di sale e 50 g. di strutto. Impastare con poca acqua tiepida e formare un impasto morbido ma compatto.

Con il matterello formare un primo disco per rivestire una tortiera unta di strutto. Bucare con la forchetta il fondo della pasta e versarvi il ripieno di verdure, distribuendolo omogeneamente. Ricoprire con un secondo disco di pasta chiudendo i bordi con il disco inferiore.

Bucherellare la superficie del tortino e spennellarla con dello strutto sciolto. Infornare in forno caldo a 180° per 30 minuti. Servire sia caldo che freddo.

Cous cous agli agrumi e vedure grigliate

boulgur-agrumi1
 





Ingredienti per 4 persone:

180 gr di cous cous a cottura istantanea
1\2 cipollotto (o 1 scalogno)
300 ml di brodo vegetale
1 arancia non trattata
1 limone non trattato
2 zucchine piccole e sode
1\2 melanzana
3 cucchiai di olio extravergine d'oliva
erba cipollina
sale e pepe

Preparazione:20 minuti
Cottura:20 minuti



Tritate il cipollotto e stufatelo in una piccola casseruola con l'olio; appena sarà diventato trasparente, aggiungete il cuos cuos e tostatelo a fiamma viva. Coprite a filo con il brodo e lasciate gonfiare per circa 10 minuti.

Intanto pelate le carote e spuntate le zucchine e la melanzana; tagliate a bastoncini spessi le prime due e a fette la melanzana. Grigliatele su una piastra in ghisa rigata salando leggermente e ragliatele poi a piccoli pezzi.

Grattugiate la scorza d'arancia e di limone nel cous cous ancora caldo e distribuitelo su una teglia per farlo raffreddare ben sgranato. Unite a freddo tutti gli ingredienti, profumando con l'erba cipollina e aggiustando di sale e pepe.

Insalata di orzo e farro con pesto e mozzarella

 Insalata-fatto-e-orzo-con-pesto





Questa ricetta l'ho presa da uno dei libri della Parodi,a me piace molto!!!

Ingredienti per 4 persone:

1 bicchiere di orzo perlato
1 bicchiere di farro
qualche cucchiaio di pesto
1 mozzarella
2 manciate di pinoli
olio extravergine di oliva
sale
10 pomodorini
olive taggiasche

Lessare secondo i tempi riportati nelle rispettive confezioni il farro e l'orzo. Scolarli e passarli sotto acqua fredda. Metterli in una ciotola e condirli con il pesto, i pinoli, la mozzarelle e i pomodorini tagliati a dadini e le olive. completare con olio e sale.

Molto semplice, veloce, può essere servito anche per un buffet con gli amici.

Tortino di patate, funghi e speck






Per prepararla basta un rotolo di pasta sfoglia (penso possa essere ottima anche la "sfoglia rustica")
e' veloce e ti risolve probemi di snack o di merende...



 Ingredienti:

3 o 4 patate medio-grandi;

250 gr. circa di funghi champignon
200 gr. circa di speck tagliato a fiammifero o dadini;
si possono aggiungere un po' di funghi secchi lasciati rinvenire in acqua calda... tanto per dare un po' di sapore in più);
4 uova;
100 gr. circa di parmigiano;
1 porro.

Procedimento:

Si lessano e pelano le patate e le si tagliano a dadini di media grandezza; si fa un soffritto con il porro tagliato finemente e con un po' di olio evo e si aggiungono i funghi a dadini (o fettine ) e lo speck.

Si sbattono le uova con un pizzico di sale, un po' di pepe ed il parmigiano
Si sistema la sfoglia nella pirofila e vi si adagia il composto di patate, funghi e speck aggiungendo le uova, accertandosi che il liquido penetri bene nel composto, e si livella il tutto

Mettete in forno a 200° per 25/30 min.

Penne alla paprica con porri e prosciutto.




 Ingredienti per 4 persone.
 


 - 320 g di penne rigate
- 3 cucchiai di paprica forte
- 2 porri
- 100 g di prosciutto cotto in 2 fette
- 1 bicchierino di brandy
- 150 ml di panna fresca
- 4 cucchiai di olio extravergine d'oliva
- sale e pepe q.b.
 



Procedimento.
 


Lavare i porri, privarli della parte verde e affettarli sottilmente a rondelle di 5 mm di spessore. Tagliare il prosciutto a
dadini regolari.
In una padella capiente, soffriggere i porri per qualche istante nell'olio, unire il brandy e sfumare. Aggiungere il prosciutto cotto a dadini e rosolare, quindi incorporare la panna, coprire e cuocere per 4 minuti a fuoco dolcissimo.
Lessare le penne al dente in abbondante acqua salata, scolarle e, a fuoco spento, farle saltare nel tegame con la salsa
(nel caso questa dovesse risultare troppo asciutta, diluirla con l'acqua di cottura della pasta).
Spolverizzare di paprica, aggiustare di sale e pepe e servire.

Palline deliziose al formaggio.

 






Ingredienti per 4 persone.
 

- 100 g di caprino
- 50 g di tomino
- 50 g di parmigiano grattugiato
- 25 g di olive verdi snocciolate
-cognac q.b.
-cornflakes q.b.
- pepe q.b.
 



Procedimento.
 

Passare al mixer per 30 secondi circa i formaggi con un
pizzico di pepe e qualche goccia di cognac fino a ottenere un
impasto compatto. Trasferire in frigorifero per qualche ora.
Confezionare con il composto delle palline, disporvi al
centro un'oliva, quindi passarle nei cornflakes precedentemente sbriciolati.
Disporre i bocconcini su un piatto piano da portata e servire.

mercoledì 24 ottobre 2012

Risotto all'arancia e scamorza






Non vi nascondo che il risotto e'  uno dei piatti da me preferiti, questo vi assicuro che e' davvero
buono  buono  provatelo e ditemi  se e' stato di vostro gradimento...

Ingredienti per  4/5 persone 


400  gr di riso
90 gr di scamorza affumicata
1   lt.  di brodo vegetale(puoi usare quello di dado)
20 gr di cipolla tritata
50 gr di burro
1  rametti di timo fresco
1  arancia  naturale
1  bicchierino di cognac

Preparazione:

Taglia le cipolle a fettine sottilissime, metti in una casseruola 30gr di burro e fa rosolare tutto per un minuto circa.
Quando la cipolla inizia ad imbiondire, bagna il soffritto con il cognac e fa evaporare il liquore a fiamma alta, facendo attenzione a non bruciare il soffritto.
Versa il riso nella casseruola facendo tostare per circa due minuti.
Aggiungi il brodo e cuoci per 15/16 minuti.
quando il riso è ancora al dente, aggiungi la scamorza a pezzettini ed il burro rimasto.
Mescola fino a mantecare il riso con il formaggio per ottenere un risotto cremoso.
Servi il risotto nei piatti, cospargendoli con foglioline di timo.

Se  non vi piacessero gli aromi  evitate le foglioline di timo.

martedì 23 ottobre 2012

Risotto ai porri








A chi piace il riso come a me, cioe' tantissimo, questo piatto e' veramente da consigliare 
ed e' facile da preparare ma  risultera' ugualmente ,  un piatto  gustoso e delicato che vi fara' avere ,
indice di gradimento ottimo dai vostri commensali  .



Risotto con i porri.


Ingredienti per quattro persone: 

400 grammi di riso; 
cinque porri; 
70 grammidi fontina; 
grana grattugiato una bella manciata;
brodo; 
burro; 
una bustina di zafferano;
vino bianco secco; brandy; sale; pepe.


Preparazione :
Mondate i porri eliminando le barbette, le prime foglie e la parte verde da
quella più tenera e ritagliate degli anelli che vi serviranno per decorare.
Lavate tutto bene e affettate sottilmente la parte bianca dei porri.
Mettete in una casseruola una grossa noce di burro e salate.
Fate fondere, unite i porri e fateli appassire.
Poi bagnateli con un mestolino di brodo e cuoceteli coperti, sino a quando
saranno asciutti e morbidi.
Dopodiché unite il riso, mescolate e bagnate con mezzo bicchiere di vino.
Fate evaporare il vino, unite due mestoli di brodo caldo e cuocete il riso
mescolando e bagnando con un altro litro di brodo.
Dopo dodici minuti incorporate la fontina a dadini e dopo cinque minuti un
bicchierino di brandy e lo zafferano.
Nel frattempo scottate per qualche minuto gli «anelli» di porro, poi scolateli
e insaporiteli nel burro per cinque minuti.
Fate riposare il riso per due minuti, poi cospargetelo di grana grattugiato e
decorate con il porro.




Tempo di preparazione: un'ora.
Difficoltà: facile.

lunedì 22 ottobre 2012

Diverse ricette marmellate con Il Bimby


 




 

MARMELLATA DI PATATE AMERICANE

800 g di patate americane bollite con la pelle, 
800 g di zucchero, 
100 g di latte, 
una bustina di vanillina. 
Introducete nel boccale le patate a pezzi e tutti gli altri ingredienti: 30 min 100° vel 4.

Verificando questa ricetta mi e' sorto il dubbio che  la proporzione della frutta e dello zucchero sia eccessiva. 
Considerando che gia' la patata americana  e' molto dolce, io dimezzerei il quantitativo dello zucchero portandolo al un 50% del peso della frutta...


 

 MARMELLATA DI CASTAGNE

1 kg di castagne, per lo sciroppo: 
750 ml d’acqua, 
700 g di zucchero,
2 stecche di vaniglia,
2 cucchiai di marsala, 
2 cucchiai di rum, un cucchiaio di brandy.

Incidete le castagne con un coltellino e cuocetele 10 min in acqua bollente leggermente salata e con l’aggiunta di semi di finocchio. 
Scolatele e pelatele.
Lasciatele raffreddare e frullatele.
Aggiungete lo sciroppo raffreddato e portate a cottura 45 min 100° vel 1.

 

MARMELLATA DI ARANCE

1 kg arance pelate a vivo, 
300 g zucchero, 
succo di un limone e buccia di una arancia(che deve  essere tagliata con un pelapatate)

inserire nel boccale zucchero e buccia 30 sec. vel. da 5 a turbo. 
Aggiungere le arance e il succo del limone, sminuzzare: 4/5 sec. vel.5, poi cuocere 30 min. temp. varoma vel.1 e col cestello sul coperchio per evitare gli schizzi ma evapori nello stesso tempo. Sembra molto liquida, ma raffreddando si solidifica.

 

MARMELLATA DI PESCHE

INGR: 900 gr di pesche lavate e tagliate in grossi pezzi (4-5); 
250 gr di zucchero, una piccola mela, succo di mezzo limone, 
2 cucchiai di Dietor. 

PROCEDIMENTO: 

Mettere nel boccale le pesche, la mela spezzettata grossolanamente, lo zucchero, il Dietor e il succo di limone. 
Chiudere il boccale, porre il misurino e sopra mettere 2 scottex inumiditi e un panno abbastanza pesante da cucina. 
Cuocere per 32-34 minuti a varoma, vel 1 1/2. Versare in vasetti sterilizzati (o sterilizzare a piacere), chiudere e...è già pronta!

 MARMELLATA DI ZUCCA

500 gr zucca pulita e a pezzi, 
200 gr zucchero, 
succo di un limone, 
mezza mela con la buccia.

inserisci tutti gli ingredienti nel boccale, 1 min. vel. da zero a turbo, poi cuoci per 30 min. vel. 4 temp. varoma.....

domenica 21 ottobre 2012

Sciroppo d'Agave della Sunny Via

Se siete alla ricerca di un dolcificante che non sia calorico, abbia un ottimo potere di dolcificare e, soprattutto, non faccia alzare troppo la glicemia allora vi consiglio qusto prodotto della Sunny Via, lo Sciroppo d'Agave.
Difficile da reperire nei più comuni iper del mio circondario, l'ho visto all'Ipercoop e l'ho acquistato subito.
Sono piuttosto esigente in fatto di dolcificanti; non bevo molte bevande durante la giornata e quelle poche le desidero ben dolci, per cui qualsiasi compressa dei vari aspartame & c. che ho provato non mi soddisfavano affatto. Ne dovevo sempre mettere in grandi quantità. Specie nel caffè, poi!
Invece con questo Sciroppo d'Agave quando ho gustato il caffè me ne sono bastati un cucchiaino e mezzo!
Quindi ve lo consiglio caldamente. Provatelo e fatemi sapere se vi piace..Ciaooo!

CONSIGLIATO!

sabato 20 ottobre 2012

Pollo e philadelfia

 




  •  
  • 1 petto di pollo o piu'  secondo la necessita'
  • 1 cipolla rossa
  • 250 grammi di Philadelphia
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • Sale
  • Pepe nero

Preparazione
  • Lavare   il petto di pollo, eliminare  l’ossicino  e farlo a tocchetti utilizzando un coltello bene affilato.
  • Sbucciare  la cipolla tritarla  finemente , metterla in una padella con l’olio e fare  rosolare  a fuoco lento.
  • Aggiungi il petto di pollo,  mescolare per fare insaporire e rosolare, sempre a fuoco lento, aggiungendo qualche cucchiaio di acqua.
  • Dopo circa 13&/15 minuti, quando il petto di pollo sarà cotto, unire  il formaggio Philadelphia stemperarlo  con due cucchiai di acqua calda, per ottenere un sughetto fluido.
  • Spegni il fuoco, aggiungi pochissimo pepe nero e servi caldissimo.
Il Piatto risultera' gustoso e sara' abbastanza leggero perche' non sono stati utilizzati ingredienti grassi come ad esemnpio burro o panna.

Vellutata di zucca

                                                     
                                                                           




Ingredienti


2 patate medie
200 gr di polpa di zucca
½ cipolla
1 l di brodo vegetale
3 cucchiai di olio d’oliva
sale q.b.
pepe q.b.


Preparazione

Preparate il brodo vegetale con una carota, mezza cipolla e un paio di coste di sedano.
Tritate finemente la cipolla e fatela soffriggere in una casseruola con l’olio. Pelate le patate e tritatele finemente unendole al fondo di cottura per 3 minuti. Nel frattempo tagliate a dadini la zucca e unitela alle patate. Fate rosolare brevemente e coprite poi con il brodo bollente. Continuate la cottura a fuoco lento per circa un ora. Frullate la crema con un minipimer  aggiustando eventualmente di sale e pepe. Servite con dei crostini e un filo d’olio a crudo.

Se dopo aver passato la crema con il minipimer vi sembra troppo liquida fatela bollire ancora alcuni minuti finchè non assumerà la giusta consistenza.

venerdì 19 ottobre 2012

Lonza in salsa di mele e prugne secche


Le ricette








Ingredienti:
 

600g lonza di maiale
2 mele
10 prugne secche
vino bianco
un bicchiere di latte
30g burro
3 cucchiai olio
sale e pepe

Preparazione:
Togliere il nocciolo alle prugne secche e sbucciare e tagliare a pezzi grossi le mele.
Rosolare in olio e burro la carne a fiamma vivace fino a doratura, popi bagnarla con una spruzzata di vino bianco e un bicchiere di latte.
Salare, pepare, unire le mele e le prugne, coprire con un pò d'acqua e continuare la cottura a fuoco lento per un'ora e mezza.
Togliere le mele e le prugne cotte dalla casseruola e frullarle, fino ad ottenere una salsa omogenea.
Adagiare la lonza nel piatto da portata, affettarla e condirla con la salsa calda.
Servire subito.




giovedì 18 ottobre 2012

Crumble di mele

crumble-mele



Ok, siamo ancora lontani dal periodo Natalizio ma io vi anticipo questa semplice ricetta per riutilizzare gli avanzi di pandoro che immancabilmente stazionano per settimane nella nostra dispensa dopo le festività. E' un peccato buttarli, quindi proviamo a realizzare questo semplice crumble ideale da servire ai bimbi per la merenda.

Ingredienti

2 fette di pandoro
4 mele renette (o altro tipo a seconda di quello che avete in casa)
un limone
2 cucchiaini di cannella
3 cucchiaini di zucchero
2 cucchiai di zucchero a velo
150 ml di panna fresca
30 gr di burro


Come si prepara
Iniziamo a spremere il limone, sbucciare le mele eliminando il torsolo e tagliarle a tocchetti regolari
Lasciamo sciogliere 20 gr di burro in una padella antiaderente e rosoliamo bene le mele a fiamma piuttosto vivace per 5/6 minuti, poi bagniamo la frutta con il succo del limone e cospargiamola di zucchero e cannella
Mescoliamo delicatamente e lasciamo insaporire per qualche minuto dopodichè ungiamo in modo uniforme una pirofila con il burro rimasto e sistemiamo le mele, copriamo con il pandoro tagliato a dadini (come le mele), e inforniamo sotto al grill ben caldo per un paio di minuti in modo che la superficie del dolce diventi dorata e ben croccante (crumble)
Sbattiamola panna (a cui sarà stato aggiunto un cucchiao di zucchero a velo) con le fruste elettriche, senza montarla troppo.
Quando toglieremo il crumble dal forno spolverizziamone la superficie con lo zucchero a velo rimasto e serviamolo accompagnandolo con la panna montata e la cannella.

Sfogliate al curry

Image and video hosting by TinyPic

E' una ricettina sfiziosa, adatta per cene con amici informali, del genere 'davanti alla tv'; sono buonissime quindi...occhio alla linea ^_^


Ingredienti per 16 sfogliate

2 cucchiai di olio vegetale
1 cucchiaio di curry in polvere
250 gr di carne di maiale tritata
1 tazza (165 gr) di patate tagliate fini
1 tazza (155 gr) di zucca tagliata fine
1 tazza (155 gr) di carote tagliate fini
2 cucchiai di cipolline tritate
1 cipolla rossa tritata
4 fogli di pasta sfoglia surgelata

Per la salsa di yogurt e menta

1 tazza e 1/2 (375 gr) di yogurt
1/4 di tazza (15 gr) di menta tritata
2 spicchi di aglio schiacciati
sale e pepe


Preriscaldate il forno a 220° gradi.
Cospargete due vassoi da forno di burro sciolto od olio vegetale.
Scaldate l'olio in una padella e fate cuocere il curry in polvere, mescolando per un minuto.
Unite la menta e la carne di maiale e rosolate a fiamma alta per 5 minuti; sciogliete eventuali grumi di carne.
Aggiungete la verdura e fate cuocere il tutto per 2 minuti circa.

Unite 1/2 tazza di acqua e portate a media temperatura e cuocete, con il coperchio, fino a quando le verdure non sono cotte. Poi, togliete il coperchio e cuocete sino a far evaporare tutto il liquido. Fate raffreddare poi il composto.

Ritagliate 4 angoli di pasta sfoglia e mettetevi sopra un pò del composto. Ripiegate e schiacciate i bordi per sigillare. Infornate le sfogliate su un vassoio e cuocetele per 20 minuti sino a cottura ultimata.

Adesso preparate la salsa di yogurt e menta:
mescolate tutti gli ingredienti in una scodella e condite con sale e pepe macinato fresco.

Servite le sfogliatelle con qualche cucchiaiata di salsa versata sopra.

Taglioline alla chitarra con scalogno







Questo piatto e' veramente delicato, semplice da attuare  e nello steso tempo saporito, una ricetta che ho scoperto ad  una festa di sagre culinarie  a Ravenna , ricetta strappata al cuoco che non voleva cedere ...


Ingredienti   per  4  persone :

300  gr.  di Scalogno 
1      barattolino di  panna liquida fresca
1      bicchierino di Martini  dry
        sale , pepe, oli evo, un tocchetto di burro


Procedimento:


Tritare bene lo scalogno  e metterlo in una padella diametro abbastanza grande dove avrete
posto  4 cucchiai di olio e farlo  cuocere lentamente finche' sara' trasparente, a questo punto
unire il bicchierino di martini e farlo sfumare a fuoco altino.
Ultimare  bene la cottura  dello scalogno e poi  unire  la panna  circa  mezzo barattolino  da
250 gr. e lasciare amalgamare bene il tutto.

Cuocere i tagliolini al " dentissimo"  quindi due o tre minuti al massimo (pasta secca) un minuto (pasta fresca) e  poi scolarli ed metterli nella  padella  dello scalogno e panna e farli saltare bene in
modo che si amalgano  bene con gli ingredienti.
Servirli caldissimi ed a chi piacera' mettere un po' di parmigiano.

Ve li consiglio  sono gustosi e facili da preparare anche in poco tempo.
 

martedì 16 ottobre 2012

I pro e contro degli alimenti 'light'

Chi mi conosce lo sa; gli alimenti light non mi sono mai stati molto simpatici. Il motivo è presto detto: il tagliare almeno il 30% di calorie, grassi e zuccheri non comporta che il prodotto sia 'sano' rispetto alla sua versione 'normale', perchè al posto di ciò che tolgono devono per forza aggiungere qualcosa che renda l'alimento appetibile, con un buon aspetto, etc etc...
In più nei prodotti 'light' se si riporta la dicitura 'senza zucchero' bisogna fare molta attenzione al tipo di dolcificante che è stata usato: per esempio se troviamo la dicitura 'senza zucchero' questa è consentita solo se il prodotto contiene non più di 0,5 gr di zucchero per 100 gr o 100 ml.
Mentre invece la dicitura 'senza zuccheri aggiunti' è consentita solo se nel prodotto non ci sono mono o disaccaridi aggiunti oppure ogni altro prodotto di proprietà dolcificanti.

Per sapere se un alimento rispetta veramente i criteri light bisogna leggere attentamente l'etichetta e controllare la tabella nutrizionale specialmente quella che riporta le informazioni per porzione (oltre che per 100 gr) cioè per unità di consumo come "un vasetto di yogurt, una merendina, una barretta etc.." perchè così' riusciamo facilmente a capire ciò che mangiamo a livello di calorie e nutrienti.

Evitiamo anche di consumarne di più di prodotti light perchè 'hanno meno calorie'...purtroppo è il tranello in cui cadono molte persone.

Vediamo i pro e contro dei prodotti light e di quelli normali in alcuni alimenti:

- la panna light ha circa 100 calorie in meno di quella tradizionale ma contiene più acqua quindi si monta più difficilmente ed ha meno sapore. Il rischio è quello di eccedere nella sua quantità.
- il latte scremato hanno un buon compromesso di gusto e quantità di grassi ma perde il suo contenuto in vitamine A ed E.
- la marmellata senza zucchero ha poche calorie rispetto a quella classica, però contenendo molta acqua non è indicata per le cotture al forno (per esempio per fare le crostate), inoltre avendo pochissimo zucchero, che ha funzione battericida nelle marmellate normali, questo viene compensato con l'aggiunta di conservanti.
- gelati, budini e creme introducono meno calorie rispetto a quelli tradizionali ma hanno meno potere saziante, quindi si rischia di eccedere nelle quantità.

La parola d'ordine in questi casi è equilibrio; qualche prodotto light in un ambito di alimentazione a basso regime calorico può andare bene ma se si devono perdere diversi chili è d'obbligo una dieta varia ed equilibrata seguita da uno specialista e una regolare attività fisica.
In ogni caso armiamoci di pazienza e leggiamo sempre molto attentamente le etichette.

La pasta base alle mandorle

Speciale, ricca di sapore, ci potete realizzare delle splendide torte o ciambelle per la prima colazione. Vi indico le dosi e come preparare la ricetta di base.

Ingredienti

200 gr di farina bianca
200 gr di mandorle a filetti o lamelle
200 gr di burro
200 gr di zucchero semolato
4 uova
scorza di 1 limone
mezzo cucchiaino di cannella
un pizzico di sale

Preparazione

Come prima cosa, fate tostare le mandorle sulla placca del forno per almeno 2-3 minuti, mescolandole con un cucchiaio di legno per evitare che si dorino troppo da una parte sola.
Se volete potete farlo anche con una padella se non vi va di adoperare il forno.

Quando sono pronte mettetele nel bicchierone del vostro frullatore e unitevi due cucchiai di zucchero e riducetele a polvere fine. Abbiate l'accortezza di dare la velocità ad intermittenza per non surriscaldare troppo il composto.
Versate poi la farina così ottenuta, di mandorle, in una ciotola dove amalgamerete le uova, una per volta, facendole ben assorbire.
Fate poi sciogliere il burro in un pentolino.
Su un piano di lavoro setacciate la farina e poi versatevi lo zucchero rimasto e mescolate bene; al centro formate una cavità dove verserete la scorza del limone grattugiata, la cannella, e il pizzico di sale.
Dopodichè versate  il composto di mandorle e uova e il burro sciolto. Ora mescolate bene l'impasto facendo assorbire bene il burro e formando un panetto omogeneo.
Avete così realizzato l'impasto di base per fare delle torte saporitissime.
^_^

lunedì 15 ottobre 2012

Timballo di riso e polpettine





Dosi per 6 persone: 


500 g. di riso – 
300 g. di carne di manzo tritata – 
100 g. di mortadella tritata – 
1 uovo e 1 tuorlo –
la mollica di 1 panino bagnata in 2 dita di latte e strizzata – 
130 g. di parmigiano reggiano grattugiato – 
1 ciuffetto di prezzemolo tritato – poca farina – 
500 g. di pomodori pelati –
1 cipolla – 
3 cucchiaiate di olio di oliva –
30 g. di burro –
1 presa di origano – 
abbondante olio per friggere - 
sale e pepe.


Ponete in una terrina la carne tritata, aggiungete la mortadella, l’uovo, il tuorlo, la mollica del panino sbriciolata, 30 grammi di parmigiano reggiano grattugiato, il prezzemolo tritato, quindi condite con una presa di sale e con un po’ di pepe macinato al momento e rimescolate con un cucchiaio di legno in modo che tutti gli ingredienti si amalgamino tra loro.
Formate ora tante piccole polpettine rotonde, passatele nella farina, poi fatele dorare in abbondante olio caldo.
Estraetele e depositatele su carta assorbente.
Tritate finemente la cipolla, fatela imbiondire nell’olio di oliva e nel burro, poi aggiungete i pelati schiacciati con la forchetta.
Condite con sale e pepe, aggiungete una generosa presa di origano e lasciate restringere il sugo per 25 minuti.
Fate ora cuocere il riso al dente in acqua salata in ebollizione, scolatelo, poi versatelo in una terrina.
Conditelo con il sugo di pomodoro preparato (tenetene da parte un mestolo) e con 60 g. di parmigiano reggiano grattugiato.
In una pirofila fate ora uno strato di riso, distribuite sopra un po’ di polpettine e un po’ di parmigiano reggiano grattugiato, quindi fate un altro strato simile al precedente e continuate così sino a esaurimento degli ingredienti, avendo cura di terminare con il riso. Ricopritelo infine con il rimanente sugo, spolverizzate ancora un po’ di parmigiano reggiano grattugiato e passate il recipiente in forno caldo a 180 °C fino a quando risulterà leggermente croccante in superficie.
Servite immediatamente in tavola.