mercoledì 31 dicembre 2014

Buon 2015!!!

Mancano poche ore al nuovo anno... Chi non vede l'ora che arrivi, chi lo attende con noncuranza, su questo 2015 sento che molti hanno parecchie aspettative. Per me, con la saggezza che mi porta l'età ( ^_^) posso dire che ogni anno si porta dietro il suo bagaglio di orrori e di meraviglie.
E anche questo 2015 non sarà da meno.
E come diversi capodanni a questa parte, io me lo passerò infilata sotto le coperte con un bel libro in mano; purtroppo il lavoro di mio marito è ingrato e se il Natale ci dà la possibilità di passarlo con i familiari, il Capodanno invece è riservato al lavoro. Ma va bene così...
E domani la mattinata sarà riservata alla cucina; qualche buon piatto per festeggiare il primo giorno di gennaio insieme ai miei cari, e poi via col divertimento!!!! Carte e giochi di società ci faranno compagnia.

'La cuoca golosa' chiude questo 2014 un pò in sordina: purtroppo gli impegni familiari ci hanno sottratto tempo prezioso a questo blog ma ci auguriamo che da gennaio si possa riprendere il ritmo perduto.

Vi lascio ai vostri preparativi; che sia in casa, o al ristorante, o in qualche locale auguro a tutti quelli che ci seguono e ci leggono un meraviglioso e spettacolare 2015!!!

Auguri!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!



giovedì 4 dicembre 2014

Torta salata con ricotta,formaggio,olive e pomodorinini secchi

 



Oggi nel dare un rassettata e ripulita al frigorifero, mi sono trovata della ricotta , un pezzo di Emmenthal, prosciutto cotto, olive e pomodorini uovo-  1 confezione di pastra sfoglia
Mi sono detta, se facessi una tortina salata per questa sera a cena ???  ok  vado e vedremo cosa  ne esce....
Credo che , considerati gli ingredienti, non dovrebbe essere sgradevole ci provo.

Ingredienti:

1  confezione di pasta sfoglia  (io l'avevo rotonda ma penso possa andare bvenissimo anche   
    rettangolare.
2  etti e mezzo di ricotta
1  etto e mezzo  di prosciutto cotto affettato
1  etto e mezzo di  formaggio Emmenthal
1  uovo intero
1  pizzico abbondante di olive nere   taggiasche denocciolate
4  pomodorini secchi sott'olio
30/40 gr. di parmigiano gratuggiato
    sale, pepe qb .

Preparazione:

Stendere la pasta sfoglia ed assottigliarla col il mattarellino , metterla in una teglia con la sua carta da forno, ritagliare il surplus per fare poi i rotolini da porre sull'impasto, (come si fa con la crostatina).
In una terrina  impastare con la forchetta la ricotta, l'Emmenthal a dadini piccoli,  il prosciutto tagliato a fettine piccole l'uovo, sale, pepe, parmigiano, olivette e pomodorini tagliuzzati . 
Stendere il tutto sopra la pasta sfoglia e ripiegare il bordo della pasta  all'interno sul composto  , con i ritagli formare dei rotolini e porli sopra la torta come si fa di solito con la crostata.
Cuocere a forno statico per circa  20/25 min. a 180° - gli multimi 10 min. abbassare il forno a 160°
Semplice e veloce ...   
Buon appetito :)

    
    

mercoledì 3 dicembre 2014

Origano bio dell'Auchan

Oggi voglio consigliarvi un prodotto, di quelli indispensabili in cucina: se nella vostra spesa infilate spesso un barattolino di origano secco, per esempio come quello della marca Cannamela per intenderci, vorrei invece suggerirvi di andare nel reparto dei prodotti Bio dell'Auchan e acquistare invece un sacchettino del loro origano.
Io non lo uso tantissimo ma da quando ho preso questo, ogni volta che faccio la pasta con il sugo gliene metto una generosa spolverata.
Mi sembra di aver preso dell'origano fresco al mercato: è profumatissimo e gustoso e anche in casa si sono meravigliati di quanto fosse buono!
Sicuramente ha un costo maggiore ma ne vale la pena ve lo assicuro.
Provatelo e ditemi la vostra opinione!

Ciao! :))))

giovedì 27 novembre 2014

Lasagne gialle ai funghi porcini




Un primo piatto  da leccarsi i  baffi come si suol dire, se avrete ospiti farete un'ottima figura-
Un piatto molto facile da preparare , ci vorra' un po' di tempo ma verra' ripagato con l'approvazione dei commensali. 

 Ingredienti per 6 persone:
500 gr di lasagne sfoglia  fatta in casa  o quelle confezioni gia' pronte (Rana o altra marca non
               sottilissime .   
400 gr di funghi porcini  freschi 
30   gr. di funghi porcini  secchi
300 ml di besciamella  (circa 300 gr. latte e 3 cucchiai farina, una noce di burro, e parmigiano qb
                                       cuocere finche' sia ben rappresa - dimenticavo un pizzico di sale)
parmigiano grattugiato
sale pepe prezzemolo
olio extravergine di oliva
1 spicchio d’aglio

Preparazione:

Mettete a bagno i funghi secchi in acqua tiepida e lasciarli a mollo per 20 min. ca.
Pulire i funghi porcini e tagliarli a pezzetti. In una padella con olio extravergine di oliva far soffriggere uno spicchio d’aglio, quindi eliminarlo e aggiungere i funghi porcini. Salare, pepare, far cuocere 10 minuti quindi aggiungere del prezzemolo tritato e  i funghi secchi ammollati cuocere ancora per altri 10-15 min. aggiungendo  un po’ di acqua per avere un sughetto abbastanza morbido e saporito. 
Cuocete poche sfoglie di lasagne per volta in una pentola con acqua salata e un po’ di olio (per non farle attaccare), scolatele, passatele sotto l’acqua fredda e mettetele ad asciugare, distanziate tra loro, su un panno pulito e asciutto.
Passate quindi a preparare la lasagna: 
prendete una teglia da forno, fate uno strato di besciamella quindi proseguite alternando uno strato di pasta, uno strato di besciamella sottile, una spolverata di parmigiano reggiano ed un po’ di funghi con il loro sughetto. Terminate la lasagna con uno strato di besciamella, un po’ di parmigiano grattugiato e qualche funghetto. Infornate per circa 20 minuti a 180°. Buon appetito!

Crocchette di castagne

 




Una ricetta a base di castagne, facile e gustosa... vi consiglio di provarla puo' essere 
utilizzata come snack , o anche come secondo .

Ingredienti per 4 persone :




400 grammi di castagne private del guscio
2 tuorli d'uovo (senza albume )
40 grammi di parmigiano grattugiato 
40 grammi di taleggio 
1 rametto di rosmarino, una foglia di sedano
Pane gratugiato q.b.

Procedimento:

Fate lessare le castagne, precedentemente sgusciate, in abbondante acqua leggermente salata, con il sedano e due foglie di alloro. Fate bollire per circa 40 minuti. Quando saranno morbide scolatele e riducetele in purè con l’ausilio di un passaverdura. 
Aggiungete i tuorli, i formaggi e il rosmarino finemente tritato. 
Regolate di sale e procedete a formare delle polpettine schiacciate ai poli. Ricopritele con del pan grattato, disponetele in una teglia coperta con carta da forno e fate cuocere ad una temperatura di circa 200 °C per 20 minuti. 
In alternativa potete anche friggerle (sono un po' piu' pedantuccie ma altrettanto buone)

Questa ricetta quo' essere eseguita anche da chi non gradisce mangiare carne quindi e' da considerarsi anche un piatto vegetariano.

domenica 23 novembre 2014

Strudel mele e mirtilli

Oggi, giornata dedicata alla cucina! Ravioli di patate fatti in casa, vari contorni, e poi infine il dolce.
Ho postato l'immagine di uno strudel così bello che a me non verrà mai fatto così!La foto ovviamente l'ho presa in rete....sono una frana in fatto di click.
Infatti io l'ho fatto ma in quando a bellezza lascia un pò a desiderare mentre  invece a gusto è una delizia!
In cucina c'era un profumo meraviglioso: il sentore di mele, burro, cannella mischiato a quello più acidulo del mirtillo fuoriuscivano dal forno caldo...mmmmhhh che acquolina ^_^


Dosi:
una confezione di pasta sfoglia quadrata
tre mele di media grandezza
due cucchiai di uvetta sultanina
due cucchiai di mirtillo disidratato*
due cucchiai di zucchero di canna
burro q.b
cannella q.b.
crema pasticcera q.b.
briciole di biscotti q.b.
latte o tuorlo d'uovo per spennellare la pasta


Per prima cosa preparate la crema pasticcera e se volete sapere le dosi giuste seguite la ricetta a questo link

Mentre si raffredda, sbucciate le mele  e tagliatele a fettine, non troppo sottili ma neanche troppo spesse e mettetele in una padella con una noce di burro. Fatele appassire a fuoco dolce aggiungendo i due cucchiai di zucchero di canna e un pò di cannella. Quando saranno cotte, trasferitele in una terrina lasciando anche loro a raffreddare un pò.

In una ciotolina fate rinvenire l'uvette con il mirtillo; poi scolatele e tamponateli con dello scottex per asciugarli bene.

A questo punto possiamo srotolare la pasta sfoglia e al centro mettiamo un pò di briciole di biscotti; poi versiamo qualche cucchiaia di crema pasticcera.
Nella terrina dove ci sono le mele rovesciamo l'uvetta e i mirtilli e mescoliamo bene e con questo composto andiamo a farcire la pasta sfoglia.

Chiudiamo la pasta sfoglia arrotolandola delicatamente, schiacciamo bene ai lati e spennelliamola con latte o tuorlo d'uovo.

L'ho messa in forno statico per circa venti minuti a 175°.



* Riguardo al mirtillo:
se vi chiedete dove potete trovare il mirtillo, sappiate che io l'ho scovato all'LD il discount  'giallo/verde'. Cercavo l'uvetta sultanina e insieme a quella ho scoperto che vendevano il mirtillo e anche le bacche di goji!
E ogni bustina, sia di mirtillo che di bacche di goji, da 100 gr costa € 1,09! Quando vado a fare la spesa non manco mai di prenderne qualche pacchetto!

martedì 11 novembre 2014

Torta con biscotti pan di stelle

 






Sabato sera  i miei amici mi hanno portato per cena il dolce... torta con biscotti pan di stelle.
Una delizia del palato veramente delicata e piacevolissima non certamente dietetica ma ne vale la pena assaggiarla...
La vorrei pubblicare perche' chi la vuole provare sono certa che sara' un successo.

Ingredienti :

500 grammi di biscotti Pan di Stelle  
400 grammi di Nutella  
500 ml di panna di latte
 50 grammi di zucchero a velo  
150 ml di latte   
1 tazzina di caffè cacao amaro in polvereale

Procedimento:

Innanzitutto procurati una ciotola ben capienti e metti all'interno della stessa 500 ml di panna di latte, nonché 50 grammi di zucchero a velo. 
Monta il tutto servendoti di una frusta elettrica fino a che il composto non sarà gonfio ed al tempo stesso ben denso. Qualora tu utilizzassi una panna per dolci, non sarà necessario aggiungere lo zucchero a velo. 
 Successivamente, prendi uno stampo rotondo a cerniera e tienilo da parte. 
Prendi un'altra ciotola ed inserisci in quest'ultima 150 ml di latte fresco più una tazzina di caffè, quindi mescola bene il tutto. 
A questo punto inzuppa velocemente i biscotti, altrimenti gli stessi si frantumeranno. Sempre con i biscotti, provvedi a foderare il fondo dello stampo. Fai in modo di realizzare uno strato uniforme, riempendo anche gli spazi vuoti, anche con eventuali biscotti frantumati. 
Prendi 400 grammi di Nutella e scioglila in modalità bagnomaria. Non appena sarà pronta, versala a filo al di sopra dei biscotti. Spalmala bene di modo da ottenere uno strato sottile. Ricoprila poi con uno strato di panna. Stendi anche quest'ultima per ottenere uno strato uniforme. Ricopri con altri biscotti, sempre inzuppati in latte e caffè.

venerdì 7 novembre 2014

Risotto alla zucca

 




Il risotto alla zucca ' un piatto molto semplice ma anche molto saporito ed e' molto gradevole in questa stagione autunnale, quando arrivano i primi giorni di freschetto quasi invernale.
Le origini di questo piatto e' molto modesta  era un primo  che veniva fatto  spesso nelle case contadine dove si avevano i prodoti coltivati direttamente.
Provatelo e' molto buono e piacera' anche ai vostri ospiti.

Ingredienti:

 400    gr. di riso
1         cipolla media
1  lt.    circa di brodo vegetale
1         bicchiere scarso di vino bianco secco
350     gr. di zucca  
60       gr. di  burro
120     gr. di parmigiano rggiano
 
 
Tagliare a dadini la zucca  , mettete a rosolare in un tegame abbastanza grande la cipolla finemente tritata con l'olio. Quando la cipolla sarà ben dorata, aggiungete i cubetti di zucca.
e il riso  verificare che i cubetti di zucca siano ben ammorbiditi.
Mescolate il tutto per qualche minuto per impedire al riso di attaccarsi al tegame e lasciate cuocere per almeno 10 minuti. Se lo desiderate, verso metà cottura, per dare maggior sapore al risotto, potete aggiungere un po' di pepe e una noce di burro.
A questo punto aggiungete il vino  e  mano a mano anche il brodo , lasciando cuocere il tutto per almeno 20 minuti. Quando mancano 2 minuti alla fine della cottura aggiungete il burro e il parmigiano  mescolando il tutto per bene. Lasciate riposare il riso per due minuti e servite in tavola ben caldo!
 
Buon appetito.

lunedì 27 ottobre 2014

Torta di mele con crema pasticciera aromatizzata alla cannella e nocciole


 Un dolce da urlo! Una ricetta supersfiziosa da preparare con mele rosse profumatissime. Si può utilizzare la Golden, oppure, la mia preferita, la Royal Gala o la Fuji.
E' un dolce che, secondo me, va fatto raddoppiando le dosi, perchè sparisce in un amen!!!!! ^_^

Vi do le dosi relative a 6 persone...poi fate voi :)))))

300 gr di farina bianca
120 gr di zucchero
120 gr di burro
50 gr di nocciole
1 uovo
1/2 bustina di lievito per dolci
1/2 limone non trattato
5 mele rosse non trattate
sale q.b

Per la crema pasticciera:
1 tuorlo
1 uovo
80 gr di zucchero
30 gr di farina bianca
250 ml di latte
cannella in polvere q.b.

Iniziamo tritando molto finemente le nocciole con lo zucchero usando un mixer e poi uniamole alla farina e al lievito. Aggiungiamo il burro morbido, l'uovo, la scorza del limone grattugiato e un pizzico di sale e formiamo un impasto velocemente che poi faremo riposare in frigo coperto per circa una ventina di minuti.

Mentre il panetto riposa facciamo la crema pasticciera: dobbiamo portare ad ebollizione il latte che aromatizzeremo con la cannella. In questo caso visto che la dose di cannella non l'ho riportata va a vostro gusto; dosatela a vostro piacere.
Sbattete il tuorlo e l'uovo intero con lo zucchero, uniteci la farina e il latte caldo e rimettete sul fuoco mescolando accuratamente sinchè non si addensa.

Potete usare sia uno stampo rotondo che rettangolare come nella foto (a me personalmente piace più quello rettangolare, trovo che sia più decorativo il dolce); foderatelo con la pasta tolta dal frigo e stesa a circa mezzo centimetro di spessore, lasciandola sbordare dallo stampo per circa un centimetro.
A questo punto tagliate un paio delle mele a dadini, mescolatele alla crema pasticciera e farcite la base della torta. Le altre mele invece le taglierete a spicchi avendo cura di non togliere la buccia, e sistemandole sulla torta accavallandole leggermente.

Cuocete il dolce nel forno già caldo a 180°C per 30 minuti. Lasciatelo intiepidire prima di gustarlo...sempre se ci riuscite!!!

giovedì 9 ottobre 2014

Gateau di patate




Gateau o torta (italiano) di patate molto delicato ma anche con un buon sapore, puo' essere utile
come contorno, come stuzzichino ma anche come un piatto golosetto unico
Io solitamente lo preparo cosi' come segue, vi assicuro che ha sempre incontrato un buon indice di gradimento, provatelo poi se vi piacera', ditemi il vostro parere o qualche alternativa che potrebbe
anche migliorare questo piatto.

Ingredienti :
   
1     Kg.  Patate
25   gr.   Burro
120 gr.   Mozzarella
120 gr.   Provola affumicata ( se non piacesse va bene anche quella non)
120 gr.   Prosciutto cotto tagliato a listerelle piuttosto larghe
100 gr.   Parmigiano reggiano  gratugiato
2            Uova
              Sale, pepe  ed una grattatina di noce moscata (anche questa a piacere)


Preparazione :

Per primo  imburrare una teglia  od una pirofila e spolvelarla con pane gratugiato oppure foderare
con carta da forno.
Fate cuocere le patate  ed ancora bollenti schiacciatele in una  terrina , aggiungete le uova sale, pepe,
noce mostata, parmigiano e mescolare bene amalgamando l'impasto .
Aggiungete scamorza, mozzarella  a  dadini ed il  prosciutto cotto a listerelle e, mescolando bene formate un bell'impasto omogneo.
Prendete la pirofila imburrata o con carta da forno e versate il composto livellando bene.
Cospargete sopra  del parmigiano gratugiato e dei fiocchtti di burro .
Fate cuocere per 20 min. a 180° nel forno e  per altri 15/20 a 200° finche' vedrete dorarsi la superficie
Fate raffreddare un poco e  servitelo quando sara' meno caldo , tagliate quadrati o a fette a piacere.

Buon appetito anche per questo aspetterei qualche vostro parere o qualche vostro suggerimento per renderlo ancora piu' appetitoso.

mercoledì 8 ottobre 2014

Penne gialle con tacchino

Questa ricetta è partita da un piatto che giaceva in frigorifero con tre fettine di tacchino già cotte: due fatte in scaloppina, una fatta alla piastra...Mi spiaceva buttarle via ed ho pensato subito a riciclarle in qualche modo, tenuto ovviamente conto della consistenza un pò 'fibrosa' del tacchino.
E ovviamente dove ho pensato di utilizzarlo? Con la pasta ovviamente :)
Bè, il banco di prova è stato superato da mio figlio, che essendo un pò difficile di gusti, ha dato il benestare alla ricetta.
Ve la propongo chissà che non piaccia anche a voi!

Le dosi si intendono per quattro persone, poi ovviamente regolatevi in base alla dose di carne che avete in frigo.
Non sovraccaricate il piatto con la carne, piuttosto tenetene un pò da parte e riutilizzatela per un'altra dose di pasta.

350 gr di penne rigate
200 ml di panna da cucina
150 gr di petto di tacchino già cotto tritato al frullatore
un cucchiaio generoso di curry
uno scalogno tritato fine
un cucchiaio di olio di girasole
70 gr di formaggio grattugiato
sale q.b
pepe q.b
prezzemolo tritato a piacere


Mentre lessiamo la pasta, in una padella sufficientemente grande da contenere poi la pasta,  facciamo appassire lo scalogno con il cucchiaio di olio di girasole, aggiungiamo poi la carne e facciamola insaporire a fuoco basso.  In una ciotolina a parte versiamo la panna e incorporiamo il curry; la panna deve essere bella ricca di questa spezia profumata. Regoliamo di sale e poi versiamola nella padella dove c'è la carne. Spruzziamo un pò di pepe e spegniamo.
Appena scolata la pasta riversiamola nella padella e mantechiamo con il formaggio e un pò di prezzemolo tritato se vi piace.

Io l'ho servita a mio figlio privandola ovviamente del pepe che ho aggiunto dopo...e se siete amanti dei gusti decisi potete aumentare sensibilmente la dose di curry e di pepe.

Non mi resta che augurarvi...buon appetito! :))))

venerdì 26 settembre 2014

Spaghetti quadrati La Molisana con pancetta e peperoni

Gli spaghetti non sono un formato di pasta che mi appassiona molto ma questo tipo, lo spaghetto quadrato di La Molisana lo mangerei tutti i giorni!!! Garantito! E' così corposo, leggermente ruvido e trattiene così bene il sugo che è un piacere divino mangiarlo.
Oggi vi lascio una ricetta semplice con cui gustarlo, che si può fare in tutte le stagioni, ormai i peperoni li vediamo sulle bancarelle in qualsiasi periodo dell'anno, e, abbinati alla pancetta formano uno sposalizio di sapori perfetto.




Le dosi sono sempre per 4 persone:

350 gr di spaghetti quadrati
80 gr di pancetta a cubetti
1 peperone rosso e uno giallo
1 trito di basilico o prezzemolo
sale e pepe


Il procedimento è facilissimo; pulite i peperoni e tagliateli a lamelle sottili poi prendete una pentola e fate tostare i cubetti di pancetta finchè non diventano croccanti poi mettetele da parte in caldo. Nella stessa padella dove avete tostato la pancetta fate appassire i peperoni regolandoli di sale e pepe.
Cuocete gli spaghetti al dente, scolateli e fateli saltare per qualche secondo nella padella insieme ai peperoni, alla pancetta e spolverando con il trito di basilico o prezzemolo a piacere.
Se vi dovesse risultare un pò asciutta la pasta, potete tenere da parte qualche cucchiaio di acqua di cottura o aggiungere un pò di olio evo.

Non mi resta che augurarvi un buon appetito!
Ciao ^_^

giovedì 18 settembre 2014

Dolce della duchessa

 




Ma quanto e' buono questo dolce  io ne sono golosa , provatelo  ve lo raccomando, e' velocissimo e molto  gradevole sia d'estate che d'inverno.

Ingredienti :
4 uova
5 cucchiai di zucchero a velo
3 etti di mascarpone
1 etto cioccolato fondente tagliato a pezzettini
1 bicchierino scarso di rhum di buona qualita'

Preparazione
Amalgamare bene 4 tuorli d'uovo con lo zucchero a velo.
Aggiungere il mascarpone, il cioccolato e i chiari d'uovo (4) montati a neve ben sodi.
Foderare uno stampo con pavesini intrisi col rhum e  porre il composto  in frigorifero a raffreddare bene.

Risotto al mais


 



Un risotto insolito ma gustoso ed apprezzato anche dai piu' piccoli , provatelo e' anche molto facile da preparare e si presenta bene anche nel piatto di portata, si puo' anche guarnire a piacere.

Ingredienti per quattro persone: 
300 grammi di riso; 
due cipolle; 
un litro di
brodo; 
200 grammi di champignons;
100 grammi di gamberetti surgelati già
        lessati; 
100 grammi di mais in scatola; 
un limone; 
curry; 
un ciuffo di
prezzemolo; 
burro; panna; sale; pepe.

Procedimento:
Scongelate i gamberetti a temperatura ambiente.
Sbucciate le cipolle, tritatele, mettetele in una casseruola con 20 grammi di
burro e fatele appassire.
Nel frattempo staccate i gambi dalle teste dei funghi, eliminate il terriccio,
poi lavate tutto.
Tagliate a fettine teste e gambi e uniteli al soffritto facendoli saltare a
fuoco vivo, affinchè buttino la loro acqua.
Quando saranno quasi asciutti, unite il riso.
Salate, pepate e lasciate insaporire, poi bagnate con il succo del limone.
Sempre mescolando unite poco alla volta il brodo caldo e continuate la cottura
del risotto per circa tredici minuti.
Poi incorporate due cucchiaini di curry e due cucchiai di panna.
Amalgamate con cura, dopodiché unite il mais ben sgocciolato dal suo liquido
di conservazione ed  i gamberetti.
Mescolate bene il tutto, cuocete ancora per cinque minuti, profumate infine
con due cucchiai di prezzemolo tritato e servite.

mercoledì 10 settembre 2014

Cannelloni speciali

 



Vi voglio offrire un'opportunita' di gustare cannelloni  molto delicati e buonissimi, la ricetta l'ho "carpita" ad un ristorante famoso qui a Bologna e ogni tanto ne preparo qualche teglia per averli pronti quando si presenta la necessita' di consumarli in compagnia di amici... provateli !

Ingredienti per il ripieno :

150   gr. di ricotta mista pecora/mucca
150   gr. di mascarpone
150   gr. di fontina dolce
Parmigiano gratuggiato abbondante

Impastare il tutto  finche' non si e' ottenuto un composto omogeneo .

Fare o comprare 2 uova di sfoglia; si puo' preparare in casa con 2 uova e due etti farina impastare bene poi,  con il mattarello o la nonna papera si  stende non sottilissima,  media.  .
Preparare un  po' di besciamella a vostro piacere.

Preparazione :

Coi rettangoli di pasta riempire e chiuderli a rotolino ( cannellone)
mettere sulla teglia qualche fiocchetto di burro e qualche cucchiaio di besciamella ,
porre in fila i  cannelloni sopra stendere ancora un poco di besciamella e spolverare di parmigiano reggiano.
Cuocere per circa 15/20 min. in forno  180°  servire ben caldi .

Buon appetito!

lunedì 8 settembre 2014

Salsa di zenzero e miele

Fa caldo...non ci crederete ma qui, al nord, ci sono quasi 30° gradi!!! E a mio marito è venuta la bella idea di andare a fare una bella grigliata con qualche suo collega, annesse famiglie.
E cosa c'è di meglio di qualche salsina invitante da spennellare sulla carne grigliata?!!! Così ho scartabellato tra  i miei appunti di cucina ed è saltata fuori questa ricetta facilissima, fuori dalle solite salse barbecue o (orrore!!!) ketchup o maionesi varie... Una salsa allo zenzero e miele. Provatela perchè è veramente ottima e stupirete i vostri amici.

Con queste dosi otterrete circa 500 ml di prodotto

125 ml di succo di ananas
125 ml di succo di arancia
60 ml di miele
2 cucchiai di olio
un cucchiaio di zenzero fresco grattugiato


Vi basterà amalgamare bene gli ingredienti in una ciotolina alta in modo da formare una salsa; spennellatela generosamente sulle carni grigliate e sappiatemi dire se vi è piaciuta :)


mercoledì 20 agosto 2014

Stiamo tornando... :)



Ebbene si, abbiamo fatto delle ferie lunghe; un pò di complicazioni familiari e le tanto attese vacanze ci hanno allontanato dal nostro blog, ma stiamo preparando il nostro ritorno ^_^.
Un ritorno pieno di ricette sfiziose, dolci e salate e sopratutto in tema con le stagioni: questo periodo dell'anno mi indulge a ricercare i sapori che mi piacciono di più, quelli autunnali e invernali le due stagioni che adoro di più.
E soprattutto ho in mente anche di arricchire questo blog con notizie sempre inerenti alla cucina ma che spaziano in tutto il mondo. Mi ero un pò fermata in questo senso ma ora sto ricaricando le pile e desidero ripartire a tutto sprint!
Quindi non solo ricette!
Ma informazioni utili, curiosità, galateo e bon ton, l'arredamento in tavola, oggettistica per pranzare tutti i giorni e in quelli di festa, insomma...andiamo a spaziare a 360° gradi sull'argomento.
Diciamo che io mi dedicherò un pò di più agli argomenti di cui sopra, mentre Rosa Tea sicuramente svilupperà le ricette più interessanti che passeranno tra le sue manine fatate.
Qualche settimana fa sono andata a trovarla nella sua stupenda casa di Monteveglio e mi ha fatto gustare le sue ricette; tra tortelloni, lasagne, crescentine, piadine e rosette (o principesse) mi ha deliziato con i sapori rustici e gustosi della sua terra.

Quindi, amiche e amici che ci leggete, questo rientro di settembre porterà un bel pò di novità nel nostro blog della Cuoca Golosa. E speriamo che tutto ciò sia di vostro gradimento. Vi aspettiamo qui! Buon proseguimento estivo! ^_^

mercoledì 16 luglio 2014

Crema con savoiardi al rum e croccante

 




Questa ricetta e'  molto pratica ed abbastanza veloce  , e' una crema  normalissima ma con un tocco di delizia che vi fara' fare un'ottima figura coi vostri ospiti.

Ingredienti:

1lt.        di latte alta qualita'
250 gr.  di panna liquida
6            tuorli
3            cucchiai di farina rasi 
6            cucchiai di zucchero
2            cucchiai  di zucchero a velo vanigliato
8            savoiardi di pasticceria  (quelli veramente buoni e morbidosi)
1            Bicchiere di rhum  buona qualita' (cmq  q.b.)

Per il crocante :

150 gr.   di zucchero semolato
100 gr.   di mandorle

Procedimento :

Per primo preparare  il croccante  mettendo in una padella antiaderente lo zucchero
lasciarlo ben dorare e portarlo avanti  con la cottura finche' non diventa color marroncino - spruzzare un po' di limone (poco ) e buttare le mandorle distribuendole bene.
Versare  lo zucchero con le mandorle  su di una carta da forno  unta con olio e cercare di distribuire uniformemente ...lasciare raffreddare.

Per la crema portare a bollore in una cazzeruola capiente il latte e la panna e lasciare bollire per circa 5/6 min.  mettere a pioggia la farina e lo zucchero semolato MESCOLANDO BEN BENE.
A parte montare con lo zucchero vanigliato , i tuorli dell'uovo finche' diventino belli
schiumosi poi, pian piano unirli al latte mescolando ben bene  e lasciare raffreddare.
Nello stampo dove vorrete portare in tavola la crema, mettete i savoiardi imbevuti di rhum  a piacere ( piu' o meno a secondo il vostro gusto) -  versare sopra
la crema .
Nel mixer tritare grossolanamente il croccante e  distribuirlo sulla superficie della crema -  far raffreddare e mettere in frigo per almeno due orette prima di servire.

La crema non deve essere molto fredda  diciamo fresca.

Quando la preparo  vi assicuro che non ne resta , viene spazzolata tutta perche' e' proprio buona.
Provatela e poi se vorrete mi direte il  vostro parere.


  

giovedì 19 giugno 2014

Sfoglia al cioccolato e ciliegie


 



Ingredienti :

  • 200 g di cioccolato fondente
  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 4 uova
  • 150 ml di panna da montare
  • 450 g di ciliegie
  • 160 g di zucchero
  • 170 ml di succo di ciliegia

Preparazione :

Tagliate a pezzetti il cioccolato e fatelo fondere a bagnomaria insieme a 20 ml circa di succo di ciliegie.
Unite il cioccolato fuso con lo zucchero, le uova, la panna e i restanti 150 ml di succo di ciliegia: mescolate con cura sin quando tutti gli ingredienti non si saranno ben amalgamati.
Stendete la pasta sfoglia su una tortiera e punzecchiatela con una forchetta.
Versate sulla pasta sfoglia metà del composto alla cioccolata, aggiungete le ciliegie (che avrete precedentemente pulito e lavato) e ricoprite il tutto con il resto del composto.
 Infornate a forno caldo a 200° per 35 minuti e servite tiepido o freddo.
 Se volete, decorate la torta con della panna montata!


martedì 10 giugno 2014

Sondaggio...pasta che passione!

Come si fa a non amare la pasta?!!!! Sino adesso ho incontrato solo due persone che mi hanno detto che a loro la pasta non fa ne caldo ne freddo e che se non esistesse non se ne accorgerebbero assolutamente! Arrrghhh!! Che colpo al cuore!
Io l'adoro, non potrei mai farne a meno e oggi ho pensato di inserire un sondaggio nella colonna laterale destra per capire le vostre preferenze in fatto di marche....perchè bisogna dire che non tutte le paste sono uguali! Ne ho assaggiate di tutti i tipi passando ovviamente dalla Barilla, sino alle marche più sconosciute ma non questo meno buone!
Posso dire che le mie preferenze in assoluto vanno alla La Molisana al primissimo posto, poi al secondo metto la De Cecco e al terzo la Divella.
Mi piacerebbe sapere i vostri gusti, se vi piace prepararla anche fredda in gustose insalate di pasta...
Ovviamente nel sondaggio potete esprimere la vostra preferenza sulla marca, ma qui nel post potete scrivere ed esprimere la vostra opinione.

Un saluto e un abbraccio da Elly ^_^

PS: nel sondaggio potete esprimere anche più di una preferenza!

martedì 27 maggio 2014

Frittelle di mais alle erbe

Non so se a voi piace il mais ma qui a casa mia viene mangiato solo da me e da mio marito; i miei figli proprio non lo vogliono vedere. Ho provato così una ricetta trovata in un settimanale di guida televisiva, e pare che questa volta il mais sia stato apprezzato!
Sono delle frittelle semplicissime che possono risolvere un contorno all'ultimo minuto.
Eccovi gli ingredienti:

una scatola di chicchi di mais
30 gr di grana grattugiato
2 uova
100 gr di farina
una manciata generosa di prezzemolo tritato
150 ml di latte
una decina di fili di erba cipollina
olio per friggere q.b.
sale e pepe q.b.

idea alternativa*** se volete un sapore più deciso potete arricchire le frittelle con 50 gr di pancetta affumicata a dadini.

Prendete una ciotola capiente e sbattetevi le uova, salatele e aggiungete la farina setacciata e il latte, alternandoli e mescolando con una frusta a mano per non far formare grumi.
Scolate e sciacquate il mais dal liquido di conservazione e aggiungetelo alla pastella preparata, salate di nuovo un pochino e pepate, poi unitevi il grana, e le erbe tritate e mescolate bene.
In una padella dove avrete messo a scaldare l'olio, tuffatevi il composto di mais a cucchiaiate formando delle frittelline e friggetele sinchè saranno ben dorate, rivoltandole sui due lati.
Per gustarle al meglio servitele calde.

E..fateci sapere se vi sono piaciute!
Ciao!

mercoledì 14 maggio 2014

Polpette di patate nello speck

 


Un piatto davvero delizioso che puo' essere utiizzato come secondo ma anche come snack, stuzzichini.. come potrete notare   e' una preparazione molto semplice veloce e anche buonissima, provare per credere...

Ingredienti per 4 persone.
- 800 g di patate
- 16 fette di speck
- 1 uovo
- 1 tuorlo
- 50 g di parmigiano grattugiato
- 40 g di pecorino grattugiato
- 1 cucchiaio di farina 0
- pangrattato q.b.
- 40 g di olio extravergine d'oliva
- sale q.b.
Procedimento.
Lessare le patate in
acqua salata, sbucciarle e schiacciarle.
Amalgamare l'uovo, il tuorlo, i formaggi, la
farina e un pizzico di sale. Lavorare
fino a ottenere un composto morbido, ma
consistente. 
Far riposare in frigorifero coperto con la pellicola
per almeno 2 ore (lo si può prep
arare anche la sera prima).
Ricavare dalla pasta 16 palline grandi come una noce o
poco più e passarle nel pangrattato. Avvolgere le polpette
nello speck usando un po' di impast
o come collante per fissarlo bene.
Disporre le polpette in una teglia, irrorare con l'olio 
e cuocere in forno preriscaldato a 180 °C per 15-20 minuti.

lunedì 5 maggio 2014

Grappa alle more di rovo

Ma quanto sono buone le more! Queste saporitissime bacche maturano tra luglio e settembre e si prestano a creare gustose ricette dolci ma anche degli ottimi liquori, come quello che vi voglio proporre oggi, e che è di facile esecuzione.

Procuratevi
2-3 manciate di more di rovo grosse e mature
1 limone non trattato
4 cucchiai di miele
1 litro di grappa

Dopo aver lavato sotto un getto delicato d'acqua tiepida le more, disponete i frutti e la sola parte gialla della scorza di limone grattugiata sul fondo di un vaso a chiusura ermetica e copritele con il miele e la grappa.
Tappate ermeticamente e lasciate il tutto a macerare al sole per un paio di mesi, poi potrete filtrare e imbottigliare.

E' un ottimo digestivo e arrichisce l'organismo di sali minerali...

domenica 4 maggio 2014

Il rito del tè


 La classica tazza di tè o di infuso è quel qualcosa di magico che ci permette di gustare una pausa in tutto relax, da sole o in compagnia, però per preparare una perfetta tazza della bevanda che più amiamo ci sono delle regole da sapere e da seguire...

La teiera che oggi troviamo in tantissime fogge e materiali dovete preferirla in ceramica perchè ha ottime proprietà isolanti e mantiene a lungo il tè caldo; magari ci possiamo sbizzarrire a scegliere teiere simpatiche e divertenti come queste per esempio,

o se avete gusti più raffinati o romantici optare per questo tipo,

Sono perfette anche quelle di ghisa che non interferiscono con  il gusto del tè e ne mantengono costante la temperatura.
Riguardo al tempo di infusione questo varia in base al tipo di te, ma in genere è tra i 2 e i 4 minuti: se volete una bevanda meno eccitante uno studio della Oxford Brookes Univerity consiglia di lasciarlo in infusione oltre i 5 minuti perchè così facendo si favorisce l'estrazione dell'acido tannico e dei flavonoidi (dalle proprietà antiossidanti e antinfiammatorie) e anche se il tè risulterà più amaro sarà però più salutare.

Imperativo assoluto è quello di non bollire l'acqua! Una temperatura eccessiva rischia di distruggere i tannini, i preziosi antiossidanti. Per i tè bianchi o verdi non superiamo gli 80-85 °C mentre per quelli neri si può arrivare all'ebollizione. Fate attenzione alla durezza dell'acqua e preferite quella minerale a basso residuo fisso.

Ogni tanto mi è capitato di andare a casa di qualcuno che oltre a servirmi il tè mi ha messo accanto alla tazza, una lattiera, e un bicchierino con un pò di succo di limone.
Sarebbe meglio evitare entrambi; il limone tende a modificare il gusto del tè mascherando le essenze più delicate e raffinate anche se alcuni studi mettono in evidenza il pregio di aumentarne l'assorbimento dei minerali. mentre la proteina del latte diminuisce il potere  antiossidante del tè.
Se poi siete indecise se usare lo zucchero, provate a farne a meno: i polifenoli presenti nel tè ci proteggono dalla carie!

E se poi volete fare come nei telefilm americani, lasciate in infusione direttamente nella tazza la bustina del vostro tè preferito...ad ogni sorsata sarà sempre più intenso e aromatico.
Buona degustazione! ^_^


venerdì 2 maggio 2014

Bocconcini di salmone affumicato

Ecco un antipasto per tutte le stagioni; ieri l'ho mangiato a casa dei miei che per il salmone affumicato vanno pazzi e insieme a mia sorella abbiamo preparato questi bocconcini molto velocemente che per noi sono serviti più come secondo; però  il piatto risulta essere un antipasto a tutti gli effetti.
E siccome a noi il salmone piace, perchè non riproporlo anche in altri momenti e non sempre sotto le feste natalizie?!!!!
Ora vi do la ricetta.

400 gr di salmone affumicato
200 gr di robiola (o in alternativa potete scegliere un formaggio tipo Philadelphia)
100 gr di rucola
100 di pinoli
prezzemolo tritato q.b.
olio evo q.b

Iniziamo con il preparare il pesto di rucola, frullandola insieme ai pinoli e un pò di olio; poi lavoriamo la robiola con un pò di prezzemolo.
Farciamo le fette di salmone (non devono essere troppo grosse, il bocconcino si deve proprio mangiare 'in un boccone') con il formaggio e avvolgiamole facendo dei rotolini; se vi piace procuratevi dei fili di erba cipollina con cui fermerete i bocconcini.
In un piatto da portata distribuite il pesto di rucola e poi adagiatevi i bocconcini; potete anche spruzzare un pò di pesto anche sopra il salmone.
Se avete qualche ospite guarnite il piatto con qualche chicco di pepe rosa...e...buon appetito! ^_^

mercoledì 30 aprile 2014

Profiterole farciti con crema al limone

Questo dolce è l'ideale da fare nel periodo in cui arrivano le fragole...e tra poco le avremo a nostra disposizione!!! Questa ricetta mi è stata data dalla mamma di un compagno di scuola di mio figlio che è una patita di dolci, me li ha fatti assaggiare ed ho strabuzzato gli occhi...quindi le ho scippato la ricetta...^_^


Gli ingredienti sono per due persone ma tenete conto che sono talmente buoni che non credo basteranno due bignè a testa!!!!

Ingredienti per 2 persone

4 bignè
un limone
2 cucchiai di zucchero
1 cucchiaio di fecola di patate
una noce di burro
un tuorlo d'uovo
una vaschetta di fragole
zucchero a velo q.b.

Iniziamo con il pulire le fragole e mescoliamole con un cucchiaio di zucchero a velo e qualche goccia di succo di limone.
In un pentolino mescoliamo il tuorlo, lo zucchero e la fecola con il burro sciolto; giriamo con una paletta e aggiungiamo il succo di limone con un pò di succo di fragole. Quando la crema si sarà rappresa al punto giusto facciamola raffreddare e farciamo poi i bignè che disporremo poi in un piatto dove avremo versato le fragole ridotte in purea.

martedì 29 aprile 2014

Spaghetti 'aglio-olio-limone e peperoncino'

Si, si, avete letto bene, questa gustosissima variante dell'aglio e olio e peperoncino è stata arricchita con il limone! E' una versione che ho mangiato in casa di una coppia di miei vecchi amici e quando l'ho riproposta mi hanno chiesto anche il tris! ^_^

Non so a farvi l'elenco degli ingredienti perchè so già che li saprete a memoria; l'unica cosa che dovete fare quando scalderete l'aglio e il peperoncino in un padellino affinchè insaporiscano l'olio extra vergine d'oliva è di aggiungere la scorza (priva di parte bianca) di un limone.
A parte grattuggiate la scorza di un altro limone e raccoglietela in una ciotolina; tritate anche un bel pò di prezzemolo, fine fine, e quando condite la pasta (privandola di aglio e scorze di limone) aggiungete il trito di prezzemolo e il la buccia grattugiata del limone e mescolate bene.
Se poi vi piace sentire di più il limone non dovete far altro che aumentare gradatamente le dosi!

E' una ricetta che si sposa benissimo anche con la pasta fredda! Ecco perchè la potrete trovare nelle etichette dedicate alle ricette 'Primavera-Estate'...Provare per credere!!!
Baci a tutte!
^_^

sabato 19 aprile 2014

Tanti cari auguri di Buona Pasqua

In questo periodo non siamo state molto presenti, e parlo anche per la mia cara amica e collega che è oberata da impegni vari, ma purtroppo per me un problema familiare mi ha portato a trascurare la mia passione per il buon cibo: così gli esperimenti culinari languono...Spero che questo momento si chiuda in fretta, so che non sarà una cosa veloce ma io lo spero ardentemente, sia per ritornare qui nel nostro angolino dove sfogare la passione per il buon cibo e sia perchè il mio ritorno significherebbe aver risolto questo momento caldo e pieno di preoccupazione.
Ma riesco a ritagliarmi qualche minuto per poter augurare a tutte voi una serena e dolce Pasqua insieme ai vostri cari; mi auguro che da voi il tempo sia clemente cosa che purtroppo nella mia città non si può dire assolutamente! In questo mese ci si aspettano giornate miti con il sole che inizia a scaldare un pò più del solito ma è da ieri che invece il freddo è tornato insieme alla pioggia, che da stanotte si è abbattuta copiosamente e non accenna a smettere.
E con questa temperatura così bassa è ritornata la voglia di preparare qualcosa di caldo e corposo per scacciare i brividi di dosso. Altro che picnic pasquale! E vabbè..dobbiamo prendere il tutto con filosofia ^_^
Mando un grosso abbraccio a tutti/e coloro che ci seguono e vi rinnovo i miei più affettuosi auguri di Buona Pasqua! :)))

Elly