Pagine

Votaci!

classifica

martedì 29 dicembre 2015

Pinza emiliana - dolce tipico natalizio Bolognese

 Risultati immagini per ricetta pinza emiliana





La pinza emiliana e' un dolce tipico natalizio che ogni anno , nell'avvicinarsi delle feste , si prepara da offrire agli amici.
E' una ciambella arrotolata farcita con mostarda possibilmente casalinga ,con uvetta sultanina e pinoli.
Solitamente e' molto gradita perche' si presenta bene e' morbida e di gusto eccezionale.

Ingredienti per la pasta :

500    gr.  farina
150    gr. burro
250    gr.  zucchero
3              uova (possibilmente gialle per sfoglia)
1/2           bustina lievito per dolci
                buccia di limone grattugiata
                pizzico di sale

Per la farcia :
200    gr.  mostarda
80      gr.  uvetta sultanina
40      gr.  pinoli

Procedimento : 

Disponete la farina e lo zucchero e un pizzico di sale a fontana, nel centro mettete le uova, il burro ammorbidito ed il lievito, la buccia del limone grattugiata. Impastate fino ad ottenere un impasto omogeneo e non appiccicoso, se lo risultasse, aggiungete farina quanto basta.
Lasciare riposare l' impasto per 15 minuti  .
Stendere la pasta tra due fogli di carta da forno  per lo spessore di  1e 1/2 cm.  togliere il foglio superiore e spalmare con la mostarda porre l'uvetta e i pinoli spargendo uniformemente.
Ora aiutandovi con la carta da forno , piegate in 3 parti la pasta  in modo da chiudere bene all'interno la farcitura.
Prendete  un tuorlo e sbattetelo con  poco zucchero semolato e spennellate bene la superficie.
Mettere in forno caldo a 170/80° per circa 20 /25 min. secondo le vs. abitudini di forno.
Una volta  cotta  vedrete la superficie non molto uniforme con qualche spaccaturina, lasciate ben raffreddare e sara' pronta per tagliarla a fettine e... mangiarla !!!
Avvolta intera in una carta da forno la potrete conservare anche per 2 settimane.


Buone feste a tutti.


giovedì 19 novembre 2015

Torta di mele integrale con pasta di mandorle


Dopo diversi esperimenti finalmente ho trovato il mix di ingredienti per fare una strepitosa torta di mele. Qualche tempo fa un collega di mio marito mi ha omaggiato di due panetti di pasta di mandorle, arrivati direttamente dalla Sicilia. Desideravo dar loro la giusta collocazione e alla fine...ta da! Cosa c'e di meglio se non utilizzarli insieme ad un dolce di mele? Io ho provato ed è uscita una torta fantastica.
Premetto che nella ricetta la dose prevede 3 mele...io ne ho messe ben di più!!! Le mele si devono sentire...fino all'ultimo boccone!
Provatela!

Ingredienti:

4 uova
300 gr di farina integrale *
150 di pasta di mandorle
200 di zucchero
100 ml di latte
una bustina di lievito
sale q.b
burro q.b
zucchero di canna q.b
3 mele **

Preparazione 

In una terrina sgusciate le uova e lavoratele con una frusta elettrica insieme allo zucchero e alla pasta di mandorle a pezzettini: inizialmente troverete l'impasto un pò consistente ma pian piano che la lavorerete la pasta si sciogliera e si gonfierà insieme agli altri ingredienti. Aggiungete un pizzico di sale e continuate a mescolare sinchè il composto non sarà liscio.
Mescolate poi la farina con il lievito e aggiungetelo all'impasto di uova e pasta di mandorle mescolando accuratemente. Diluite con un bicchiere di latte man mano che aggiungete la farina.
Fate sciogliere il burro a fuoco dolce e fate raffreddare.
Foderate una teglia con carta da forno e versate un pò dell'impasto sul fondo della teglia, che ce ne sia mezzo dito insomma...
A questo punto disponete le mele, che avrete sbucciato e tagliato a fettine sottili, coprite accuratamente tutto il diametro della torta e poi rovesciate il resto dell'impasto.
Spargete sulla torta qualche cucchiaino di zucchero di canna e  il burro sciolto che sarà freddo e infornate a forno statico a 160°/175° per circa 30/40 minuti.


*Se non amate particolarmente la farina integrale potete ovviamente sostituirla con quella normale oppure 'tagliarla', quindi metà integrale e metà bianca.
Ricordate anche che il dolce con la farina integrale verrà più scuro, caratteristica propria i questo tipo di farina.

** Come dicevo nell'intro della ricetta, ho trovato riduttivo la dose di 3 mele e ne ho usate ben 7  di media misura; la qualità utilizzata è stata la Royal Gala. 


lunedì 5 ottobre 2015

Lasagne con speck scamorza e zucca

 Risultati immagini per lasagne con zucca scamorza e speck





E' arrivato l'autunno e gia' viene la voglia di preparare piatti diversi adatti alla stagione,
questo e' un  piatto tipo autunnale da mangiarsi bello caldo e con un buon bicchierotto
di vinello buono e possibilmente nuovo.
La preparazione e' abbastanza veloce ed il risultato e' ottimo, se volete prepararne una pirofila
piu' piccola diminuite le quantita' e regolatevi in merito.... vi consiglio di seguire la ricetta e 
farne in abbondanza!

Ingredienti:

150      gr.   speck
150      gr,   scamorza
800      gr.   zucca
200      gr.   bescamella
1                 cipolla
50        gr.   parmigiano grattugiato
                   pepe 
                   olio evo  q.b.

Preparazione :
Pulire la zucca e farla a dadini, sbucciare la cipolla e tritarla grossolanamente perche' poi dovra' essere passata nel mixer.
Soffriggere un po' la cipolla e mettere subito i tocchetti di zucca e fate rosolare tutto assieme, aggiungere un po' di brodo vegetale molto leggero  perche' gli ingredienti sono gia' ben saporiti e fare cuocere, a fine cottura mettere nel mixer e frullate bene, infine aggiunte un pizzico di pepe e la bescamella.
Fare a pezzetti la scamorza e lo speck .
Preparate la sfoglia per le lasagne  fatela scottare in acqua leggermente salata .
Preparate la teglia di cottura con qualche  cucchiaino di vellutata , ponete unostrato di sfoglia, uno di speck ed uno di scamorza ed infine uno di vellutata spolverare bene col parmigiano e ripetere fino a fine utilizzo della sfoglia e ingredienti.
Finire l'ultimo strato con la vellutata e una bella manciata di parmigiano.
In forno per circa 20 minuti a 160°- regolatevi col vostro forno.

Buon appetito.



martedì 29 settembre 2015

Ravioli alla carbonara

 Ravioli alla carbonara





Buona sera Blog, finalmente dopo diversi mesi riusciamo a ritornare alla "base"per riprendere
il filo del discorso lasciato... che bello poter riscrivere qualche ricettina e condividerla con tante
persone amiche ed  interessate alla buona cucina.
Premesso quanto sopra vi voglio far conoscere questa ricetta che, a mio avviso, e' una leccornia anche se trattasi di  piatto non  del tutto leggerino ed abbastanza elaborato  ma,  vi assicuro,   molto appetitoso.


Ingredienti:



Farina 00                                 500 gr
Panna fresca                            500 gr
Brodo di carne                        120 gr
Pancetta in listerelle sottili        60 gr
Amido di mais                           10 gr
Tuorli                                            2 
Uova                                             3 
Grana grattugiato                     abbondante  
Noce moscata
Olio extravergine d'oliva
Sale
Pepe 
Preparazione :
Sciogliete l’amido di mais in 2 cucchiai di acqua fredda. 
Raccogliete la panna in un pentolino, insaporitela con sale, pepe e noce moscata e fatela ridurre della metà, poi toglietela dal fuoco e legatela con l’amido di mais. Lasciate riposare in frigorifero per 12 ore; il composto dovrà diventare solido (farcia).
Impastate la farina con un cucchiaio di olio, un pizzico di sale, 3 uova e 2 tuorli (e poca acqua, se l’impasto risulta troppo sodo).
Raccogliete la pasta in una ciotola, sigillatela con la pellicola e lasciatela riposare in frigo per 1 ora. Scaldate il brodo di carne, togliete dal fuoco, unite 50 g di grana, frullate con il frullatore a immersione aggiungendo a filo poco olio.
Aggiustate di sale e pepe (salsa). Rosolate la pancetta in una padella senza grassi finchè non sarà diventata croccante.
Battete i due tuorli rimanenti.
Tirate la pasta in una sfoglia sottile. Distribuite sopra la pasta la farcia in palline di 2 cm di diametro, distanziandole di 5 cm; formate un piccolo incavo nella farcia, versate all’interno poco tuorlo battuto, coprite con un altro strato di pasta, premete intorno alla farcia per fare uscire l’eventuale aria e ritagliate i ravioli con un tagliapasta (diam 6 cm).
Cuocete i ravioli in acqua salata per 2-3′, saltateli in padella con la salsa per 1′, poi serviteli con la pancetta croccante, pepe e un filo di olio. Completate a piacere con cialde di grana.

lunedì 4 maggio 2015

Pasta con ricotta ed asparagi

 Risultati immagini per mezze maniche con asparagi





E' arrivata la primavera e con lei i primi prodotti tipici che ci permettono di preparare piatti
appetitosi e freschi.
Questa ricetta e semplicissima, velocissima ma anche molto saporita.

Ingredienti:  (per  3 persone )
240   gr. di pasta  (mezze maniche- opp. Tortiglioni o a piacere)
250   gr. di ricotta mista  (pecora-mucca)
500   gr. di asparagi 
70     gr. parmigiano grattugiato.
10     gr. di burro
1       cipollina fresca
sale, pepe, olio  q.b.

Preparazione :

Fate cuocere gli asparagi in acqua abbondante  e toglierli bene al dente , fateli raffreddare subito
in acqua con ghiaccio cosi' manterrano il loro bel verde e non si scuoceranno.
Tagliate le punte e mettele in una ciotola mentre, i  gambi tritateli nel mixer unendo  la ricotta, sale e pepe ed un po' di olio evo  deve formarsi una una salsa morbida non troppo asciutta.
Soffriggere in un tegame basso ma capiente ( padella- wok ) , la cipolla con un po' di olio evo, aggiungete le punte degli asparagi precedenemente tagliate,  regolando con un po' di sale .
Fate cuocere la pasta in abbondante acqua salata  e scolatela al dente, versela nel tegame- padella-wok fatela saltare  e alla fine aggiungete il burro facendo amalgamare infine la ricotta precedentemente frullata, merscolate il tutto bene e se fosse un po' troppo asciutta unite un po' di acqua di pasta.
Versate il tutto in una terrina di portata e spolverizzate il parmigiano grattugiato.
Servite ben caldo e  buon appetito!






martedì 10 marzo 2015

Frittata di spaghetti o maccheroni alla romana

 


La frittata o omelette e' un piatto che spesso viene preparato  quando si ha fretta e quando si vuole utilizzare qualche rimanenza in cucina   quindi  riciclare e non buttare.
Per preparare  una buona e bella frittata, deve presentarsi ben dorata all'esterno in modo possibilmente uniforme senza bruciature.
Una volta alla settimana in casa nostra viene  preparata riciclando anche alcuni cibi rimasti, tipo appunto  pasta, tonno, verdure al gratin ecc...
Vi propongo questa frittata alla romana  di spaghetti o maccheroni decisamente gustosa.

Ingredienti  per 4 persone :

200 g di pasta
3 uova
1 mestolo di salsa di pelati
100 g di ricotta fresca
3 cucchiai di pecorino grattugiato  opp. parmigiano
2 spicchi d'aglio
1 tazzina di latte
2 cucchiai d'olio d'oliva
sale e peperoncino.
qualche fogliolina di basilico per ornamento e per profumare facoltatico.

PREPARAZIONE.
Lessate la pasta e scolatela  ( oppure usate  quella rimasta ),  saltatela in tegame con un cucchiaio d'olio, nel quale avrete rosolato l'aglio mondato .
Aggiungete alla pasta la salsa di pelati, il formaggio e la ricotta stemperata con il latte. Rimestate il tutto con cura, su fiamma moderata; poi, poco alla volta, unite alla pasta le uova battute con sale e un pizzico di peperoncino tritato .
Scaldate in una padella antiaderente parte dell'olio rimasto. Appena bollente, versate nel recipiente la pasta condita.
Abbassate la fiamma e coprite il recipiente, in modo che il preparato possa addensarsi dolcemente.
Quando l'uovo apparirà quasi del [ tutto rassodato, rigirate la frittata, capovolgendola sul coperchio e facendola ancora una volta scivolare nella padella calda nuovamente unta d'olio.
Tornate a coprire il recipiente e lasciate che la frittata si dori anche sull'altro lato.
 Quando vedrete una bella "crosticina" da ambo  le parti, sifnifica che la frittata e pronta per essere
gustata -  secondo i gusti e la necessita', puo essere consumata anche tiepida o temperatura ambiente.

lunedì 2 marzo 2015

Pasta al pesto di foglie di sedano e nocciole

Gli abbinamenti un pò 'strani' (come direbbe mio marito ^_^) sono quelli che mi incuriosiscono di più, e così quando ho visto questa ricetta non ho potuto fare a meno di annotarmi tutto e proporla in famiglia.

Mettiamoci anche il lato positivo dato dal 'riciclo' delle foglie del sedano che, se non vanno a finire ad arricchire un minestrone, al limite possono essere infilate dentro un'insalata ma la maggior parte delle volte vengono cestinate: ecco quindi un utile reimpiego di questa parte vegetale spesso scartata.

Questa ricetta prevederebbe la pasta di riso, ma io l'ho provata con la comune pasta, ho preso gli spaghetti quadrati della Molisana, e l'ho trovata buonissima ugualmente.

Il pesto è semplicissimo da fare e prevede:

40 gr di foglie di sedano prelevate dalla parte interna del vegetale
4 cucchiai di grana grattugiato
4 cucchiai di olio evo
2 cucchiai di nocciole tostate
sale e pepe q.b

Prendete un mixer o un frullatore e frullate sino a ridurre in crema le foglie di sedano con l'olio evo, il grana, e le nocciole tostate tenendone da parte qualcuna per guarnire il piatto.

Se il composto dovesse essere troppo denso unite un pò di acqua di cottura della pasta.

Condite la pasta con questo pesto e spolverizzate sul piatto un pò di nocciole tritate grossolanamente.

Elly :-))))

martedì 24 febbraio 2015

Broccoli gratinati

 broccoli gratinati



Un  contorno di stagione e molto consigliato dai nutrizionisti perche' trattasi  di una verdura con delle caratteristiche molto confacenti per il nostro organismo. (pare abbiamo proprieta' anticancerogene)
quindi sarebbe bene farne un sovente uso.
Vi assicuro che si presentano bene e sono davvero gustosi .  se li volete rendere piu' sostanziosi
potete porre sopre ai broccoli qualche fettina di sottilette e poi per ultimo il parmigiano....

Ingredienti :
400 gr di broccoli (già puliti)
2 uova
70   gr. di parmigiano reggiano
olio extravergine d'oliva q.b.
Prezzemolo

Preparazione:

Il primo passo per realizzare questa ricetta è quello di tagliare le cime dei   broccoli . Togliete la parte esterna del gambo e lasciate solo quella più interna, decisamente la più morbida.
Versate i broccoli all’interno di una ciotola e successivamente sciacquateli bene sotto l’acqua corrente. Terminata questa operazione, trasportate il tutto all’interno di una vaporiera, aggiungete un po’ di sale e lasciateli cuocere per bene!Conclusa la fase di cottura, poneteli all’interno di una teglia e condite il tutto con un po’ di olio extra vergine di oliva fino a quando la teglia non sarà ben unta.
All’interno di un piatto rompete due uova e sbattetele con l’aiuto di una forchetta, aggiungete un po’ di sale, a vostro piacimento è possibile aggiungere anche un po’ di pepe.
Terminata questa operazione versate questo composto sopra i broccoli e incorporate anche il parmigiano.
Colorate il tutto con un po’ di foglie di prezzemolo e infornate il tutto per circa 15 minuti a 180°. Per rendere la vostra ricetta ancora più croccante, vi consigliamo di continuare la cottura per altri 5 minuti utilizzando la modalità grill che vi permetterà di ottenere una crosticina buonissima

lunedì 23 febbraio 2015

Bucatini con sugo di gamberi

 bucatini con sugo di gamberi per San Valentino



Un piatto veloce e da sostituire con quelli a base di carne  o verdure,  sempre molto buoni ma,
qualche volta si ha necessita' di cambiare gusto e perche' no con quello dei gamberi che si presta molto bene .... un primo velocissimo e molto gustoso!


Ingredienti:

200 grammi di code di gamberi (o gamberetti)
350 ml di passata di pomodoro
100 ml di panna liquida
50 ml di vino bianco secco
sale q.b.
Olio extravergine
Un ciuffetto di prezzemolo e uno spicchio di aglio

Preparazione :

 Sbuccia lo spicchio di aglio e mettilo intero e schiacciato in una padella con un paio di cucchiai di olio , fallo colorire e poi aggiungi le code di gamberi, saltali per un minuto, versa il vino e fai sfumare.
Aggiungi  la passata di pomodoro e regola di sale e pepe, continua a cuocere a fuoco dolce per una ventina di minuti.
Unisci  la panna liquida e mescola, riporta a bollore e dopo un paio di minuti spegni il fuoco
Lessa la pasta in acqua salata e scolala bene  al dente, ripassala in padella con il sugo di gamberi e falla saltare in modo che si amalgami bene.
Termina con una manciata di prezzemolo  tritato fallo  saltare ancora qualche secondo ed ecco pronto da impiattare.

Molto indicato in questi giorni freddi , provateli e  penso  sarete molto soddisfatti.
Buon appetito.

sabato 7 febbraio 2015

Sugo al pesto di pistacchi e pomodorini datterini


Un pò di tempo fa ho acquistato un barattolo di pesto di pistacchio, incuriosita perchè non sapevo ci fosse il 'pesto', io conoscevo la crema (dolce) da spalmare sul pane e da utilizzare per creare dolci un pò diversi dal solito.
Poi l'ho dimenticato...dentro la dispensa...
L'altro giorno mia figlia, come al solito di fretta, si è preparata una pasta al volo usando questo pesto e assaggiandola l'ho trovata davvero invitante e buona.
Se avete fretta, provate a farla anche voi.

Le dosi dovete farle voi ad occhio ma considerate un cucchiaio da tè di pesto a persona.

Fate sciogliere in una pentola (capace di accogliere poi la pasta) con un pò di olio di oliva (non extra vergine però) il pesto, a fiamma bassa.
A parte tagliate a metà dei pomodori datterini (o anche ciliegini se amate il sapore più acidulo), considerando un 100/130 gr per 2 persone, e versateli nella pentola con pesto; cuoceteli per un minuto, anche meno.

Cotta la pasta, versatela nella pentola dove c'è il pesto e i pomodorini e mescolate bene, aggiungete un pò di parmigiano e lasciate riposare un minuto prima di mettere in tavola.


Veloce ma sopratutto ottima!

Ciao! :))))
Elly


lunedì 19 gennaio 2015

Spezzatino con la zucca

Lo spezzatino è un piatto che nella stagione invernale difficilmente manca nella nostra tavola, però con la zucca non l'ho mai fatto.
Ho approfittato di una ricetta della Parodi per mettere in tavola un secondo veramente ottimo che è piaciuto a tutti. Nonostante il tocco dolce della zucca, che a molti può risultare stucchevole, lo spezzatino risulta invece molto delicato e per i palati più aperti ai gusti decisi una bella pepata ci sta benissimo :)))

Ingredienti

600/700 gr di spalla di maiale tagliata a tocchetti piccoli
400/500 gr di zucca tagliata a pezzi cercando di mantenere la stessa grandezza
5 cucchiai di farina
1 spicchio di aglio
300 ml di brodo di carne
1 bicchierino di Marsala secco
salvia
rosmarino
noce moscata
burro
olio evo
sale e pepe

Per iniziare dobbiamo infarinare il maiale con la farina aromatizzata con la noce moscata e un pò di sale. Prendiamo poi una padella con un pò di burro e facciamo rosolare la carne sfumandola poi con il Marsala, poi aggiungere il brodo, il rosmarino (tritate gli aghi se non amate sentirli sotto i denti) e la salvia e facciamo cuocere coperto per circa mezz'ora.
Unite quindi la zucca, regolate di sale e continuate la cottura per altri 30 minuti a fuoco lento.
Al momento di servire potete aggiungere un pò di pepe macinato fresco.


Torta di mele meringata




Finite feste e festeggiamenti per l'arrivo del nuovo anno.... ora siamo gia' nel 2015 quindi cerchiamo
in ogni modo di rendercelo gradevole e di sfruttare tutte le occasioni positive e delicate  anche e soprattutto in cucina !!!
Un bellissimo augurio di uno strepitoso 2015 ( e.. perche' no ? anzi deve esserlo) che vi accompagno con una ricettina semplice ma a mio avviso ottima anche da offrire ad amici


torta di mele meringata

 Ingredienti:

4 uova
300 grammi di farina
60 grammi di olio extravergine d'oliva
280 grammi di zucchero
80 grammi di mandorle macinate
 2 mele
50 grammi di latte di riso
70 grammi di maizena
1 cucchiaino di scorza di limone grattugiat
zucchero a velo

Procedimento :

Per la frolla sbattere un uovo con 80 grammi di zucchero, unire l’ olio e la farina e impastare fino ad ottenere un composto omogeneo. Lasciare riposare in frigo coperto per 30 minuti
Separare gli albumi dai tuorli e montare questi ultimi con le fruste elettriche e metà dello zucchero.
Sbucciare le mele, lasciarne una mezza da parte e ridurre il resto a dadini.
In un ampio recipiente incorporare ai tuorli montati il resto dello zucchero, il latte di riso, la maizena, le mandorle macinate, le mele a dadini e la scorza di limone.
Montare gli albumi a neve ed incorporarli delicatamente al composto.
Stendere la pasta frolla sulla spianatoia infarinata e rivestire con questa una  tortiera da 24/26 centimetri rivestita di carta forno bagnata e strizzata.
Bucherellare la base con la forchetta e riempirla con la farcia preparata.
Disporre sulla superficie fettine di mela sottili ricavata dalla mezza tenuta da parte, spolverizzare con 2 cucchiai di zucchero e infornare a 180 gradi per circa 50 minuti.
Servire la torta fredda cosparsa di zucchero a velo.

Provatela amiche e se vi riuscira' dateci un vostro parere, e' una semplice torta di mele come tanta ma questa mi pare sia molto delicata e golosetta....